Nadia Toffa funerale, richiesta shock a Giulio Golia de Le Iene: ‘Ci facciamo un selfie’? Lui risponde così (Foto)

Giulio Golia e Nadia Toffa

L’assurda richiesta a Giulio Golia il giorno del funerale di Nadia Toffa

La tragica e prematura morte di Nadia Toffa ha sconvolto tutti gli italiani. Il 16 agosto alle 10:30 si sono tenuti i funerali presso il Duomo di Brescia e proprio lì è accaduto qualcosa di irrispettoso nei confronti della giornalista bresciana. Nello specifico una donna di mezza età si è avvicinata a Giulio Golia, conduttore e storico inviato de Le Iene Show per chiedere un selfie.

“Posso fare un selfie veloce?”,

ha domandato la signora alla iena. Quest’ultimo, però, è stato più che gentile, infatti con grande calma e gentilezza l’ha guardata in viso facendole cenno che no, non è proprio il caso. Senza ombra di dubbio si tratta di un’iniziativa infelice, in un giorno di grande amarezza per colleghi e amici della 40enne morta a causa di un tumore cerebrale che l’ha stroncata dopo aver lottato quasi due anni sottoponendosi a due interventi chirurgici, chemio e radioterapia. (Continua dopo la foto)

Giulio Golia e la richiesta del selfie

Giulio Golia e il ricordo per la collega Nadia Toffa

Giulio Golia de Le Iene Show è rimasto particolarmente colpito dalla more di Nadia Toffa. Il giorno del suo arrivo al teatro di Brescia dove era adibita la camera ardente, l’inviato del programma di Italia 1 ha dichiarato questo sulla collega:

“Per me era una sorella, come aver perso una sorella. Io e lei abbiamo condiviso tante cose insieme. Entrambi abbiamo scelto di essere dalle parte dei più deboli”.

In precedenza sulla sua pagina Facebook e Instagram, Golia ha scritto un lungo e commovente post dedicato alla compianta giornalista bresciana:

“Mi dicevi sempre che ero il tuo “orso buono”, quante litigate ci siamo fatti ma finivano sempre con un abbraccio, come una vera famiglia. Eri uno scricciolo cazzuto ma, allo stesso tempo, affettuosa e dolce, sempre pronta ad affrontare una nuova sfida. Mi mancherai tanto, nulla sarà uguale, ti porterò sempre nel mio cuore”.

Funerale Nadia Toffa
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)