Edoardo Raspelli lascia Melaverde: situazione umiliante

Edoardo Raspelli
Edoardo Raspelli

21 anni di conduzione andati in fumo ecco perché

Edoardo Raspelli ha preso la sua decisione e dopo 21 anni di conduzione di Melaverde ha scelto, anche se con parecchia angoscia di lasciare. Qualche giorno fa è venuta fuori la notizia che ha creato una serie di malumori tra i fan del programma, sui social si sono susseguiti tanti commenti positivi nei suoi confronti e negativi nei confronti dell'”abbandono”.

Solo adesso però Edoardo Raspelli ha deciso di raccontare la verità e di dire perché ha lasciato la conduzione del suo storico programma. Punta il dito contro l’azienda del Biscione, parlando di una situazione parecchio umiliante che lo ha spinto a prendere questa strada in modo fermo e deciso. Quindi è chiaro che non ha più alcuna intenzione di tornare indietro e non ci sarà alcun ripensamento.

Il giornalista gastronomico ha quindi confermato tutto quanto spiegando che era ormai divenuto tutto troppo difficile da sostenere, è dispiaciuto per i fan che non potranno più vederlo al timone della trasmissione seguita da ormai tanto tempo ma non avrebbe potuto fare altrimenti, sono stati proprio i direttori a spingerlo verso questa preferenza.

Edoardo Raspelli: riduzione delle puntate

Perché? Perché su 14 puntate programmate come ogni anno da settembre a Natale, quest’anno si erano ridotti a soltanto 7. Questa situazione secondo Edoardo Raspelli era parecchio umiliante per lui e quindi non avrebbe avuto alcun senso continuare. Nonostante gli piange il cuore perché innamorato della conduzione di Melaverde che gli ha riempito le giornate e non soltanto, ha pensato che se hanno già deciso di fare a meno di lui per sette puntate potranno farne a meno anche per il resto.

A questo punto però ci si chiede: lasciata Mediaset dove potremmo avere l’opportunità di vederlo? E’ uno dei presentatori più bravi in assoluto della tv, ma anche uno dei meno coinvolti. Un talento sprecato, piazzato in tv per troppo poco tempo. Quindi adesso quale sarà il suo destino? In quale trasmissione, in quale canale?

Allo stesso modo, molti si sono chiesti se il conduttore avesse in programma di ritornare in RAI, per lui sarebbe probabilmente un grande ritorno. A chi gli ha posto la domanda ha risposto che sarebbe molto felice di poter tornare alle Origini ma al momento non ha alcuna preferenza. Secondo lui non c’è una rete migliore dell’altra. Ciò che gli interessa veramente è trovare un programma che gli piacerebbe condurre che parli di ciò che lo appassiona.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!