Giovanni Paolo II fa arrabbiare il PD al Senato

Giovanni Paolo II

Giovanni Paolo II, è stato citato oggi al Senato della Repubblica, dove è avvenuto il discorso del premier Giuseppe Conte. Il Presidente del Consiglio ha attaccato duramente il ministro dell’interno Matteo Salvini, il quale ha dato il via alla crisi di governo qualche settimana fa. Dopodichè, Conte ha detto che rassegnerà le dimissioni al quirinale, dichiarando finita l’esperienza del governo gialloverde.

Non sono mancati momenti di tensione, già a partire dal discorso del premier, che è stato in molti passaggi coperto dagli applausi dei parlamentari pentastellati, ma anche da quelli ironici dei leghisti. Inoltre, Matteo Salvini ha fatto dei gesti poco eleganti, mentre il Presidente del Consiglio stava parlando. Un grande casino, però, è avvenuto quando è stato il leader della Lega a prendere la parola.

Matteo Salvini cita Giovanni Paolo II

Il ministro dell’interno, Matteo Salvini, poco dopo il duro intervento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nei suoi confronti ha avuto l’opportunità di parlare . Salvini, non ha risparmiato delle critiche anche pesanti verso gli ormai ex alleati grillini.

“A me non è mai capitato di chiedere alla cancelliera come vincere la campagna elettorale perché Salvini aveva chiuso i porti”

Ha sentenziato il leader del Carroccio, accompagnato dagli applausi e dal sostegno da parte senatori del suo partito presenti in aula. Un Salvini, che ha fatto più volte riferimento alla tanto chiacchierata e possibile alleanza tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. Un PD, che è letteralmente imbestialito durante il discorso del ministro dell’Interno al punto da mostrare fogli con scritto sopra “Matteo Salvini dimettiti”. Per questo motivo, tanti sono stati i richiami subiti dalla presidente Maria Alberti Casellati, che ha fatto prontamente sequestrare i cartelli esposti.

Particolarmente pungente l’intervento di Matteo Salvini, in particolare quando quest’ultimo ha citato Papa Giovanni Paolo II.

“Voi citerete Saviano e io Papa Giovanni Paolo II e questi diceva: ‘La fiducia non si ottiene con le sole dichiarazioni. La fiducia bisogna meritarla con fatti concreti. Se volete completare il programma e lavorare noi ci siamo”

Non casuale, il nome di Roberto Saviano che da anni sui social posta frasi contro la politica del ministro dell’interno, in particolare per quanto riguarda la questione migratoria. Lo scrittore di Gomorra, infatti, è favorevole all’accoglienza ed ai porti aperti verso gli immigrati che vengono nel nostro paese.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!