Dal Giappone arriva la moda del coniglio porta smartphone

La follia prende forma ancora una volta. Tutto ha avuto inizio qualche settimana fa quando, su Twitter, un utente giapponese ha caricato la foto di un piccolo coniglio sdraiato sulla schiena e, appoggiato sulla pancia lo smartphone dell’utente…un coniglio porta smartphone!

Poco dopo la foto è stata ritwittata più di 37.000 volte. E, proprio come se si trattasse dell’Harlem Shake o dell’Ice Bucket Challenge, ognuno ha iniziato a riproporre l’immagine con il coniglio di casa. Risultato: una nuova tendenza, decisamente stupida.

Ad un certo punto qualcuno ha anche pensato che la cosa si potesse estendere ad altri animali. E così, ecco spuntare anche gatti porta smartphone.

La nuova tendenza ha fatto infuriare le associazioni animaliste che affermano e gridano in difesa di quei piccoli animali che non sono, nel modo più assoluto, porta cellulari.

Una follia che dilaga nel tempo e nello spazio, seppur virtuale. Una tendenza che, di simpatico, non ha assolutamente nulla. Immagini sul web che vedono questi animali, e non solo loro, essere usati come oggetti, una moda che non sembra voler finire. Molti sono i commenti che accompagnano le foto postate sui social network in merito a questo nuovo modo di “usare” il proprio animale.

“Un coniglio è l’animale ideale da usare come porta cellulare”, si legge ad esempio su Slashgear.com. Il motivo? La dimensione è quella giusta e, a differenza di altri animali, se ne sta fermo in posizione. Un perfetto porta oggetti, insomma.

Una nuova moda, tendenza, passatempo. La si può chiamare come si vuole, la sostanza non cambia. Un’ altra follia di cui, a farne le spese, sono i poveri animaletti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!