Reazione a Catena, la Rai prolunga le puntate, rinviata la data di chiusura: ecco il motivo

Reazione a Catena

Rinviata la chiusura di Reazione a Catena

Stando a quanto riportato dal portale FanPage, la Rai avrebbe deciso di rinviare la chiusura di Reazione a Catena, il game show del preserale della prima rete con Marco Liorni. Inizialmente la data finale era prevista per domenica 22 settembre 2019 con la proclamazione del trio vincente del torneo dei campioni.

Ma i vertici di Viale Mazzini, con la diffusione del nuovo palinsesto, avrebbero prolungato la messa inonda del quiz per altri quattro giorni. Quindi l’ultima puntata sarebbe prevista per il 26 di questo mese. Ma per quale motivo questo cambio? Il tutto è dovuto per appuntamenti non trasmessi e sostituite dallo Speciale TG1 dovuti alla crisi di Governo.

Il motivo del rinvio

“Reazione a Catena è una bomba e non sente il peso del tempo. È coinvolgente, giocabile da casa. Ed è curato con amore dalle persone che lo seguono da dodici anni”,

ha dichiarato recentemente Marco Liorni al Fatto Quotidiano. Il conduttore romano, inoltre ha parlato anche del grande successo che ha ottenuto anche la rivista estiva che si trova in tutte le edicole:

“In realtà, la mia prima preoccupazione è stata non rovinarlo. È un motore potente e durante i primi giri di pista ero molto accorto. Poi, quando mi sono sentito a mio agio, è diventato tutta un’altra cosa. È un quiz da servizio pubblico che dà il suo contributo per mantenere viva l’attenzione su ciò che si dice, contro il linguaggio sciatto. Quindi la risposta è sì, la tv può ancora insegnare qualcosa”.

Marco Liorni a L’Eredità al posto di Flavio Insinna?

Ma le novità non sono finite qui. Stando all’ultimo numero di Oggi, il settimanale diretto da Umberto Brindani, i vertici della Rai potrebbero promuovere Marco Liorni. Nello specifico da gennaio 2020 potrebbe sostituire Flavio Insinna a L’Eredità:

“Marco Liorni ha riscosso un grande successo di ascolti e di critiche con Reazione a Catena, preserale estivo di Rai 1. A viale Mazzini si mormora che alcuni dirigenti stiano facendo fuoco e fiamme per affidargli da gennaio L’Eredità al posto di Flavio Insinna”.

In attesa di capire se il rumor verrà confermato o no, il conduttore capitolino molto presto ripartirà con la seconda edizione di Italia Sì.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!