Alimenti che rovinano la nostra salute: quali sono?

mangiare bene
cibi dannosi

Vi siete mai chiesti quali sono quegli alimenti che rovinano la nostra salute?

Vi lancio una scommessa. Scommettiamo che alla fine di questo articolo eliminerete completamente dalla vostra alimentazione i cibi che andrò ad indicarvi?

Bene, cominciamo! Pensateci un po’: quanto sono buoni i gelati confezionati, che soddisfazione le zuppe pronte, quanto sono pratiche e quanto sono gustosi gli stessi hamburger vegetariani? Ma vi siete mai chiesti come vengono preparati?

Procediamo con ordine, lo yogurt greco: gli scarti industriali utilizzati per la sua lavorazione vanno a produrre milioni di litri di siero di latte acido che, pensate un po’, vengono scaricati nei fiumi. Dannoso per l’ambiente e illegale.

Al succo d’arancia confezionato vengono aggiunti diversi additivi, che contribuiscono a dare ad ogni cartoccio, un contenuto che abbia lo stesso gusto. Letale per la salute.

Il latte confezionato non è il massimo per la salute, perché viene ottenuto da mucche diverse e senza un buon controllo della qualità.

Per produrre il Maraschino si sbiancano le ciliegie in modo artificiale e vengono poi ricolorate con un additivo chimico e che fa male alla salute.

Le zuppe pronte, che sono sì molto gustose, ma vengono insaporite con il glutammato, che è dannoso per la salute e non si serve di ingredienti freschi.

I gelati confezionati vengono integrati con la carragenina, uno stabilizzante che si ricava dalle alghe.

E gli hot dog? Sapevate che vengono preparati con un composto a base di organi animali, amido di mais e grassi pesantissimi?

Molti yogurt alla fragola utilizzano coloranti rossi ottenuti da insetti e parassiti.

Ma la lista non finisce qui, gli alimenti che rovinano la nostra salute sono davvero moltissimi, ma per ora credo che sia abbastanza, voi che dite? Io, con immensa tristezza, ho già provveduto ad eliminare questa sporcizia alimentare, devo dire, però, che non me ne pento affatto, la salute è molto più importante, non trovate?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!