Raffaella Carrà, spunta la foto senza trucco: capelli legati e occhiaie, è irriconoscibile

Raffaella Carrà

Siamo abituati a vederla sempre impeccabile e perfetta, con il suo caschetto biondo che ha fatto innamorare schiere di fan. Eppure, la storica ed intramontabile Raffaella Carrà, è stata immortalata dal settimanale Novella 2000 in alcuni scatti (del passato) senza trucco. La 76enne, pur se senza preparazione, appare comunque in splendida forma, lontana dall’immagine che è solita restituire, ma sempre deliziosa. (Continua dopo la foto)

Il successo senza tempo di Raffaella Carrà

La regina della televisione italiana è reduce da un altro successo della sua lunga carriera in tv. “A raccontare comincia tu”, il format di sei puntate in cui personaggi noti si sono confessati, (andato in onda la scorsa stagione televisiva su Rai3) ha portato a casa un boom di ascolti.

La vita privata della ballerina

Raffaella Carrà nel corso della sua vita si è sempre focalizzata molto sulla sua carriera professionale. La ballerina non ha mai avuto figli e non è mai convolata a nozze. Ha avuto però due relazioni molto importanti: dal 1969 al 1980 è stata infatti fidanzata con lo storico regista ed ideatore di Non è la Rai, Gianni Boncompagni, una storia però terminata; successivamente ha intrapreso una relazione con il coreografo e maestro di danza Sergio Japino, conosciuto durante una tournèè in Spagna.

Anche qui però non c’è stato un finale felice. I due si sono lasciati. La diva ha però sempre ammesso di non aver nessun rimpianto e alcun rimorso rispetto alla sua vita sentimentale e che se potesse rifarebbe esattamente tutto quello che ha fatto fino ad oggi. In una passata intervista ha dichiarato:

Se un figlio mio non è venuto non è colpa mia. La dimensione genitoriale si può vivere in tanti modi. Ho due ragazzi quarantenni, figli di mio fratello che purtroppo non c’è più: mi danno un gran bel da fare e sono felice.

Sono un po’ il loro padre. Non vivono a Roma, ma possono contare su di me per qualunque cosa. Quando non lavoro sto con loro, vengono spesso a trovarmi. Li reputo la mia famiglia. Faccio il babbo invece che la mamma e sono felice così.