Leo Gullotta mostra la fede al dito: mi sono sposato

Leo Gullotta
Leo Gullotta

Leo Gullotta rivela di avere sposato il suo compagno storico e mostra la fede

Nel corso della trasmissione “Io e te”, condotta da Pierluigi Diaco, Leo Gullotta ha rivelato di essersi unito in unione civile con il suo compagno storico. Un momento emozionante, che Diaco ha raccolto per consentire al famoso attore di parlare della sua vita privata.

L’attore ha infatti raccontato apertamente cosa ha provato dopo essersi unito con la persona e lo ha fatto con estrema sincerità, mettendo a nudo i suoi sentimenti, senza filtri. Ha anche fatto vedere con orgoglio la fede al dito, simbolo di questa unione che attendeva da tempo e che finalmente è arrivata.

Leo Gullotta mostra l’anello dopo l’osservazione fatta da Diaco

Legato da molto tempo al compagno di cui non è stata rivelata l’identità. Leo Gullotta ha spiegato nel salotto della trasmissione condotta da Diaco come bisogna approfittare di questo momento in cui i diritti sono stati conquistati.

Ad oggi, infatti, grazie ad alcune leggi portate avanti da persone interessate a far rientrare le unioni civili fra persone dello stesso sesso nella normalità. Quindi è possibile vivere in Italia nella piena legalità e certi di essere riconosciuti.

A dare spunto alla conversazione su questa unione è stato proprio Diaco, che per primo ha mostrato, anche lui con grande emozione, l’anello che porta al dito da quando due anni fa si è legato civilmente al suo compagno. E ha aggiunto che anche Gullotta lo ha fatto lo scorso anno dopo 32 anni di convivenza.

L’attore considera questo momento storico per l’omosessualità

Nonostante non abbia mai fatto mistero della sua omosessualità, Leo Gullotta ammette tuttavia che oggi i tempi sono ben diversi da trent’anni e che si tratta di un periodo storico per coloro che amano persone dello stesso sesso.

Anche in passato, in una sua intervista, l’attore aveva detto in maniera specifica che gli omosessuali non sono affatto malati. Quindi non ha senso disconoscere i figli che lo sono. Inutile quindi vergognarsi di loro, piuttosto sarebbe meglio vergognarsi di vivere accanto a gente indegna come delinquenti e mafiosi, persone che hanno davvero commesso dei crimini. Volto storico del Bagaglino, Gullotta è dunque fiero della sua ritrovata normalità!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!