Sperimentare la cremazione, in Cina si può!

In Cina il simulatore della cremazione!

simulazione della cremazione
simulatore della cremazione
simulatore della cremazione

Due ragioni mi hanno sempre reso simpatica la cremazione: la prima è che adoro il caldo; la seconda, la prospettiva di fregare i vermi!

Cosi disse il romanziere Tom Antongini parlando della cremazione a testimonianza di come questa pratica da sempre molto discussa abbia suscitato in molti interesse e curiosità. Considerata per anni da molti, soprattutto religiosi e uomini di fede, un peccato se non addirittura una pratica demoniaca, la cremazione nell’ultimo periodo ha subito una rivalutazione e si è affermata come un ulteriore metodo di conservazione dei propri cari defunti. Ma cosa si prova ad essere cremati? Tutti, sicuramente, ce lo siamo chiesti almeno una volta nella vita, durante le nostre intime interrogazioni sulla morte e, soprattutto, sul dopo morte. La Cina, si sa, è sempre un passo avanti ed anche questa volta ci ha stupito offrendoci la possibilità di rispondere al nostro quesito. E’ stato creato, infatti, proprio in Cina un simulatore della cremazione. Avete capito bene! Ma come funziona? Vediamolo insieme. 

L’invenzione tanto bizzarra quanto macabra consiste in una sorta di giostra con la quale è possibile sperimentare l’ebrezza della cremazione. Il simulatore si trova in Cina, nella città di Shenzen, nel parco tematico Window of the world. In pratica, si viene rinchiusi in una sorta di bara che inizia un viaggio alquanto tetro lungo un percorso stabilito: prima si viene circondati da figure spettrali che hanno il compito di ricreare l’atmosfera della morte, poi si finisce in un forno crematorio. La fornace è vera e funzionante a tutti gli effetti ed è impostata su una temperatura di 40 °C. Anche se può sembrare una temperatura innocua, coloro che hanno provato il simulatore assicurano che la sensazione che si prova è proprio quella di essere bruciati vivi. Suggestione o realtà? Non possiamo saperlo finchè non lo proviamo sulla nostra pelle! Intanto, l’attrazione ha già suscitato non poche polemiche ma, come per tutte le cose, anche molto fascino!

E voi, cosa ne pensate? Fareste un giro sul simulatore della cremazione?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!