‘Voglio smettere…’: Yari Carrisi, arriva la denucia del figlio di Al Bano e Romina Power per gli abusi sugli animali (Foto)

Al Bano e Romina e Yari

Il messaggio di sensibilizzazione di Yari Carrisi

Per tutta l’estate Yari Carrisi, il secondogenito di Al Bano e Romina Power ha trascorso le vacanze in Italia. Precisamente il ragazzo, con la sua passione da dj, ha realizzato delle serate per gli ospiti che hanno soggiornato nella Tenuta di Cellino San Marco.

Inoltre ne ha approfittato per conoscere la sua seconda nipotina Cassia Ylenia, nata lo scorso 3 agosto 2019 in Croazia. Chi segue Yari suo social network sa perfettamente che è una persona che ama gli animali e si batte per la loro tutela. Un pregio che sicuramente ha preso dalla madre.

Il secondogenito della storica coppia si toglie il vizio del fumo

Yari Carrisi si è reso conto che conseguenze negative può comportare il vizio del fumo. E’ ormai risaputo che fumare un tot di sigarette al giorno possono provocare la presenza di tumori, malattie cardiovascolari e i polmoni col tempo marciscono. Ma la cosa tremenda è che a pagare certe conseguenze causate dall’essere umano devono essere gli animali.

Al Bano e Romina Power hanno insegnato ai loro quattro figli l’amore e il rispetto per il mondo animale. Per questo motivo il secondogenito della storica coppia, qualche ora fa, ha deciso di sensibilizzare parlando del suo vizio e della ragione che l’ha spinto a prendere la decisione di smettere una volta per tutte.

Yari Carrisi e il video che mostra come cavie dei cani

Qualche ora fa, attraverso il suo account Instagram, Yari Carrisi ha condiviso una foto davvero cruda. Lo scatto in questione mostra dei cani costretti ad indossare delle mascherine . Per quale ragione? Sembra che il tabacco venga testato sugli amici a quattro zampe per quasi tutte le marche di sigarette.

In pratica non solo i cani, ma anche gatti, criceti e tanti altri che in tutto il mondo vengono utilizzate come cavie. Il tabacco respirato in maniera attiva e in modo passivo dagli animali è molto dannoso per la loro salute. Gli animali che subiscono questa tortura sono costretti, stando a quanto scritto dal secondogenito di Al Bano e Romina Power, a fumare dalle 6 alle 10 ore al giorno, da 5 a 7 giorni alla settimana. Ecco il video in questione:

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)