Torino, parte Artissima 2014

Dal 7 al 9 Novembre l’Oval Lingotto di Torino ospiterà ARTISSIMA, la kermesse di arte contemporanea divenuta ormai per la città un appuntamento internazionale, un osservatorio sulla migliore ricerca nel campo delle arti visive e un evento culturale imperdibile che richiama collezionisti e amanti dell’arte da tutto il mondo.

E anche il catering della manifestazione, in perfetta continuità con le opere d’arte, si delinea quasi come uno spazio espositivo che unisce il bello al buono e racconta, attraverso veri e propri capolavori del gusto, le eccellenze gastronomiche del nostro territorio.

Un elegante area Lounge sulla balconata dell’Oval e due chef stellati, Giovanni Grasso e Igor Macchia del Ristorante La Credenza di San Maurizio Canavese (TO), a condurre artisti, galleristi e visitatori attraverso un’esperienza estetica che si prolunga anche nelle pause dalla visita alla mostra.

Non un servizio di ristorazione tradizionalmente inteso: la cucina ad Artissima è definizione e scoperta, ogni piatto si fonda su un’architettura sostenuta da studi, confronti, sperimentazioni, ricerca e tanta passione per la nobile arte della cucina. I posti a sedere salgono a 100 e gli ospiti potranno scegliere nel raffinato menù à la carte ricco di suggestioni piemontesi tutte lavorate al momento, o tra le proposte veloci dell’easy restaurant, perché gli appetiti gourmet vanno soddisfatti sempre e in qualunque momento del giorno.

A partire dal famoso uovo di Paolo Parisi mandorle e fonduta (arricchito, perché no? da una generosa grattata di tartufo bianco) agli agnolotti serviti nel tovagliolo con Olio di nocciola Pariani e Grana Padano; ma se si ha fretta, anche solo un croissant salato con frittata alle erbe o una selezione di salumi artigianali. Grandi vini al bicchiere serviti anche come aperitivo insieme a una degustazione di formaggi tipici piemontesi o in alternativa buone birre, come la Orval belga e la piemontese Menabrea.