Festival di Sanremo 2020: Amadeus riesuma il passato

Amadeus alla presentazione del Festival di Sanremo 2020

Amadeus riporta la categoria Nuove Proposte al Festival di Sanremo 2020

A volte ritornano. Abolito lo scorso anno dal direttore artistico uscente Claudio Baglioni, la categoria Giovani costituirà parte integrante del Festival di Sanremo 2020. Mentre, nell’edizione passata, i vincitori del concorso parallelo finivano, poi, accorpati con i Big, dopo la puntata speciale condotta a dicembre da Fabio Rovazzi e Pippo Baudo, i talenti emergenti avranno ora una manifestazione autonoma, la vecchia sezione Nuove Proposte.

Malgrado uno dei vincitori della gara indetta nell’ultima edizione, Mahmood, abbia poi trionfato alla kermesse, la fortunata esperienza termina. Ha già dato abbastanza. E ancora una volta al Festival di Sanremo 2020 artisti affermati ed emergenti parteciperanno a due concorsi differenti. Un passo avanti o indietro? Di sicuro con questa decisione Amadeus guarda al passato: apprezza la classica formula e la riproporrà nell’edizione numero 70.

Le date delle audizioni

Nei prossimi giorni gli utenti commenteranno la decisione presa e sarà interessante tastare un po’ il sentimento popolare. Lo show attira polemiche come mosche e forse sul Festival di Sanremo 2020 partiranno già, quando mancano, calendario alla mano, cinque mesi.

Il bando che annuncia il ritorno di Area Sanremo, evento che consentirà a due concorrenti di salire sul palco dell’Ariston fra le Nuove Proposte. Gareggeranno otto prospetti, rispettivamente il vincitore di Sanremo Young (lo scorso anno condotto da Antonella Clerici), i cinque vincitori di Sanremo Giovani e due cantanti selezionati da Area Sanremo.

La prima fase di corsi ed audizioni eliminatorie si terrà nella cittadina ligure i giorni 18-20 e 25-27 ottobre. Fra l’8 e il 10 novembre, invece, si terrà la gara finale. Fra questi, la commissione Rai stabilirà i due talenti che potranno gareggiare per la categoria Nuove Proposte. I rapporti non propriamente idilliaci tra Viale Mazzini e il sindaco di Sanremo Alberto Banchieri stanno però rallentando i lavori.

Festival di Sanremo 2020: due posti liberi

Il regolamento completo di Nuove Proposte è consultabile sul sito ufficiale del concorso, di cui se ne rioccuperà come direttore artistico Massimo Cotto. Che agli artisti interessati ha mandato un messaggio: si ricomincia ed è già scalpitante. Mosso da grande entusiasmo, con il desiderio di scoprire nuovi prospetti, di condividere suoni, visioni ed esperienza, anche grazie ai corsi tenuti nuovamente da Franco Mussida.

Ai ragazzi dice solamente una cosa, in quanto alle parole preferisce i fatti: ci sono due posti vacanti al Festival di Sanremo e uno può essere loro. Bisogna “solo” iscriversi e guadagnarselo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!