Panzerotti mari e monti

Antipasto sfizioso, adatto in ogni occasione

Panzerotti mari e monti
Il piatto del giorno: panzerotti mari e monti

Qualche mese fa vi avevo già suggerito una ricetta per realizzare degli ottimi panzerotti con prosciutto e formaggio (la trovate cliccando qui). Ebbene, quest’oggi vi propongo alcune varianti di questo favoloso antipasto, da realizzare avvalendosi di pasta sfoglia già pronta, così da risparmiare un po’di tempo. Vediamo insieme, allora, come si realizza questa pietanza, che lascerà i vostri commensali con l’acquolina in bocca.

 

Ingredienti per 6-8 persone:

Una confezione di pasta sfoglia surgelata

Un cucchiaio di polpa di pesce cotta

Un cucchiaio di code di gambero lessate

Un cucchiaio di fegatini di pollo stufati

Un cucchiaio di funghetti trifolati

Un cipolla piccola

Un bicchiere di latte

Un cucchiaio di farina

Un cucchiaio di burro

Un uovo

Olio d’oliva, sale e pepe quanto basta

 

Preparazione:

Prima di iniziare tutte le altre operazioni di preparazione, mettere la pasta sfoglia a scongelare sul piano di lavoro.

Intanto, a parte, tritare molto finemente la cipolla. Farla rosolare in una casseruola con il burro, quindi, non appena sarà appassita, dopo aver allontanato il recipiente dal fuoco, gettarvi la farina; rimestare, formando una pastella omogenea, quindi diluire il composto con 1/2 bicchiere di latte. Salare il liquido e rimetterlo sul fuoco ad addensarsi. Non appena sarà denso, spegnere il fuoco e amalgamarvi il latte rimasto mescolando bene.

Spianare, a questo punto, la pasta sfoglia. Ritagliandola con una fustella ricavarne tanti dischi di circa 6 centimetri di diametro.

Sistemare, in quattro scodelline distinte, la polpa di pesce, le code di gambero, i funghetti trifolati e i fegatini stufati. Sminuzzare la polpa di pesce e triturare grossolanamente le code di gambero. Suddividere la crema di latte preparata nelle quattro scodelline e rimestare ciascun composto con cura.

Non appena saranno amalgamati, dividere i quattro tipi di ripieno sui dischetti di pasta sfoglia, lasciandone liberi i bordi.

Ripiegare la pasta su ciascun ripieno e sigillare, piegandoli con forza, i bordi di congiunzione di ciascun panzerotto.

Spennellare la superficie di ciascuno di essi con l’uovo battuto e adagiarli tutti sulla piastra del forno, dopo averla unta con un filo di olio. Cospargerli di pepe e infornarli a 200° lasciandoli fintanto che non saranno dorati. Trasferirli, quindi, in un piatto di portata e servirli caldi.

 

L’appuntamento con la prossima ricetta è, come di consueto, fissato per domani. Intanto, se volete restare aggiornati con tutti i miei articoli di attualità, spettacolo e cucina, potete seguirmi mettendo il vostro like qui.

 

Un altro antipasto scelto per voi:

Bignè di funghi: cliccare qui

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!