Quando un maiale può cambiare la vita di un uomo

Questo maiale ha salvato la vita al suo allevatore.

maiale
uomo cinese va in giro con il suo maiale

Quando ho letto il titolo di questa notizia non ho potuto fare a meno di aprirla e ho subito pensato di volervela proporre, perché racconta di una storia molto bella, dove i protagonisti sono un uomo ed un maiale.

Il racconto arriva direttamente dalla lontana Cina, patria di novità e usanze sempre più bizzarre e divertenti.

Voglio raccontarvi brevemente la storia di un uomo, un cittadino cinese che si è ammalato e che non è più in grado di camminare.

Lui è un 68enne che ha dedicato tutta la sua vita all’allevamento dei maiali di Chongqing e che, in seguito ad un attacco pesante di bronchite, si è trovato costretto a riorganizzare da cima a fondo la propria vita. La soluzione trovata da quest’uomo, ormai non più giovane, è stata davvero molto creativa e soprattutto…eco sostenibile!

Non potendo più servirsi delle proprie gambe per camminare, e quindi nemmeno per guidare l’automobile, l’uomo ha deciso di ingegnarsi ed è così che, ad oggi, utilizza proprio i maiali che alleva per spostarsi da un luogo ad un altro.

Soluzione un po’ insolita, ma non poi così strana per chi vive in un paesino come quello dove vive questo 68enne.

Cavalcando i suoi suini più maturi e vigorosi, l’uomo va allegramente a fare le sue commissioni quotidiane e si dichiara divertito e grato. Un altro esempio di come l’incredibile intelligenza di alcuni animali possa letteralmente cambiare la vita di un essere umano.

L’allevatore si sente completamente a proprio agio cavalcando i suoi maiali e dice di servirsene a prescindere dalle condizioni atmosferiche.

Da poco l’uomo è tornato a camminare, ma quella che per lui è stata un’abitudine per tanto tempo è dura a morire ed è per questo che ha deciso di continuare ad andarsene in giro sul suo maiale preferito, nonostante possa scegliere tra l’auto e le sue stesse gambe.

Una storia che ha un lieto fine, insomma, e che non può non strappare un sorriso di affetto verso l’incredibile bontà e generosità naturale di questi buffissimi animali.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!