Pizza: quale mangiare senza ingrassare anche se sei a dieta

Dieta della pizza

Si sa che alle tentazioni è difficile resistere. Da un punto di vista gastronomico una delle tentazioni per eccellenza è rappresentata dalla pizza. Tuttavia per chi sta seguendo una dieta dimagrante è inevitabile interrogarsi se questo alimento può rientrare nell’ambito di un regime alimentare volto a perdere peso. Ed in caso affermativo quale scegliere.

Pizza: si può mangiare anche in caso di dieta

Fondamentale è quindi fare rifermento ad alcune caratteristiche di questo prodotto. In particolare dobbiamo prestare attenzione all’impasto. Ad esempio se si sta seguendo una dieta ipocalorica sarebbe preferibile che la pizza abbia un impasto a 5 cereali, o con farina integrale, in quanto sono decisamente meno caloriche rispetto alla farina raffinata. Se invece non vi è questa possibilità, potete chiedere in pizzeria che vi facciano un impasto lievitato almeno 24-48 ore e che sia naturale e non chimico, perchè il secondo, pur non aumentando le calorie, può rendere più difficoltosa la digestione della pizza.

Inoltre, soprattutto se si è a dieta, l’impasto dovrebbe essere non solo leggero ma anche ben cotto, per evitare che la pasta della pizza poco cotta o cruda possa dare problemi di acidità di stomaco. Se possibile, ordinare una pizza con lievito madre. In questo modo la pasta che cresce più lentamente e risulterà più digeribile.

La pizza è un pasto nutriente e completo. Se quindi stiamo seguendo una dieta ipocalorica possiamo consumarla non più di una volta a settimana.

Quale pizza scegliere?

Tra le pizze consigliate vi è senz’altro la margherita, che se non si eccede con la mozzarella, apporta circa 800 calorie. Se però siamo a dieta ferrea allora è preferibile optare per la pizza marinara. Per renderla più gustosa possiamo farcirla con delle verdure, ad esempio melanzane, peperoni, spinaci e funghi. Da evitare invece l’aggiunta di prosciutto, formaggi o patatine fritte che aumentano grassi e calorie.

L’idea è scegliere quella al pomodoro che apporta pochissime calorie (solo 29 per 100 grammi a differenza della mozzarella che ne ha 280 per 100 grammi). Un altro errore da non fare, soprattutto se si è a dieta, è di abbinarla a supplì o patatine. Da evitare anche il dolce a fine pasto. Se si ha ancora appetito si può optare per un frutto, ad esempio una fetta di ananas che facilita la digestione e ci sazia.

Cosa bere infine con la pizza? L’deale sarebbe dell’acqua, ma se si vuole scegliere tra birra e vino, meglio il primo. Una birra infatti da 250 ml apporta le stesse calorie di un calice di vino da 150 ml, ma disseta di più e contiene meno alcol e calorie.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!