‘Ho un problema ai piedi…’: Francesca Fialdini svela il motivo perché indossa sempre le sette scarpe (Foto)

Francesca Fialdini

Il debutto di Francesca Fialdini con ‘Da noi…A ruota libera’

Ieri dal Centro di Produzione Rai di Torino e sulle note di “Io ti aspetto”, canzone di Marco Mengoni, Francesca Fialdini ha debutta con ‘Da noi … a ruota libera’. Si tratta di un format tutto nuovo che ha preso il post de La prima volta di Cristina Parodi.

La padrona di casa ha fatto entrare in studio Teresa Bellanova, dicendo che tiene molto a farsi chiamare “ministra”, che è già stata ospitata la settimana scorsa da Lilli Gruber a Otto e Mezzo. Durante la messa in onda del talk, ma anche subito dopo sul web, in particolare su Twitter sono giunte una serie di critiche. In pratica la trasmissione si salva solo per la sezione storie, ma la scrittura è stata considerata banale.

Il problema di salute di Francesca Fialdini

Prima del debutto con la nuova trasmissione di Rai Uno, andata in onda subito dopo Domenica In di Mara Venier e il TG1, Francesca Fialdini ha fatto un annuncio sul suo account Instagram. In pratica l’ex conduttrice de La vita in diretta ha invitato tutti i follower di seguire il primo appuntamento di ‘Da noi…A ruota libera’.

“Partiamo ! Ora su #raiuno inizia “Da noi… A ruota libera”! Per conoscerci senza giudicare. Per giudicare liberi da schemi.
Primo ospite la ministra Teresa Bellanova.
Poi delle sorelle straordinarie e Pino/Beatrice, meccanico innamorata e oggi felice di essere se stessa #17.35

Se pensate di essere protagonisti di scelte coraggiose e controcorrente scriveteci a [email protected]”.

Fra i vari commenti apparsi sotto il post in questione, uno in particolare ha attirato l’attenzione di tutti. Ovvero una follower le ha chiesto per quale motivo indossa sempre le stesse scarpe nelle varie trasmissioni o eventi che conduce. A quel punto la diretta interessata ha risposto così:

“Si. Ho un problema ai piedi. Mi hanno molto male. Quelle scarpe almeno riesco a metterle senza problemi”.

Ecco il post in questione:

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!