Il nuovo Commissario Montalbano è donna: la clamorosa decisione della Rai (Foto)

Replica Il Commissario Montalbano, puntata del 18 febbraio in streaming
Replica Il Commissario Montalbano, puntata del 18 febbraio in streaming

Arriva il Commissario Montalbano ma in versione femminile

Dopo il successo della scorsa settimana, quando domenica e lunedì sera sono andate in onda due puntate in replica, oggi alle 21:25 su Rai Uno torna il Commissario Montalbano con Luca Zingaretti.

I vertici di Viale Mazzini, dopo la morte di Andrea Camilleri hanno deciso di omaggiarlo trasmettendo sul primo canale della tv di Stato tutti i capitoli della serie televisiva. Ora la Rai ha deciso di fare una nuova scommessa mostrando ai suoi telespettatori uno sceneggiato molto simile a quello interpretato da Zingaretti ma con una protagonista femminile.

La serie Imma Tataranni

Ovviamente c’è stato un cambio di location: dalla Sicilia si è passati alla Basilicata. Dalle viuzze di Vigata c’è stato il trasferimento presso i Sassi di Matera. Il Salvo Montalbano di Luca Zingaretti e solo un ricordo perché nel piccolo schermo è arrivata il Pubblico Ministero Imma Tataranni interpretata dall’attrice Vanessa Scalera. Si tratta della nuova fiction crime-comdey-family tratto dai romanzi gialli della scrittrice, ed ex sceneggiatrice, Mariolina Venezia.

Ho combattuto fino all’ultimo con gli sceneggiatori, tutti maschi, perché non riducessero Imma a una macchietta o al clone di un commissario uomo ha detto la scrittrice, lasciando intendere più di una baruffa nelle stanze di scrittura. Non volevo che il pubblico ridesse di lei“, ha dichiarato la Scalera durante la presentazione della serie. (Continua dopo la foto) 

Imma Tataranni anticipazioni 22 settembre 2019, un terribile delitto
Imma Tataranni anticipazioni 22 settembre 2019, un terribile delitto

Il confronto tra le due fiction Rai

Ovviamente per i telespettatori di Rai Uno non sarà mica semplice fare un confronto tra il Commissario Montalbano di Luca Zingaretti e la nuova serie Imma Tataranni sostituto procuratore con Vanessa Scalera.

“La Rai ha fatto un atto di coraggio a credere in me. Non avevo mai recitato toni leggeri, il mio volto è sempre stato considerato adatto al dramma – ha raccontato e infatti la scelta del mio nome ha generato un piccolo terremoto. Il giorno dopo mi sono arrivate decine di telefonate di persone sorprese perché la parte era andata, finalmente, a chi se la meritava davvero”,

ha dichiarato l’attrice.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!