Aurora Ramazzotti a papà Eros: “Grazie a te sognavo”

Aurora Ramazzotti bacia Eros Ramazzotti

Aurora Ramazzotti: tatuaggio dedicato a papà Eros

Figlia di divorziati, Aurora Ramazzotti ha mantenuto uno splendido rapporto con entrambi i genitori, Eros e Michelle Hunziker. Quest’ultima è un esempio da seguire per la 22enne, volendone emulare le gesta in televisione. Ma anche il feeling con il padre è altrettanto buono. Fanno comunella e, impegni permettendo, si sentono e si vedono il più spesso possibile. Simili nell’aspetto e nelle passioni, i due portano avanti un rapporto splendido e proprio per questo la giovane ha preso la decisione di dedicargli il suo nuovo tatuaggio: una frase scritta dal padre su una vecchia cartolina, riportante la seguente scritta:

 “Oggi da Parigi, Je T’aime”

Eros Ramazzotti, tra i più grandi esponenti del firmamento musicale, gira il mondo continuamente. Grazie alla forza di volontà ha sempre saputo trovare un modo per far sentire tutto il proprio sostegno verso la sua piccolina, nonostante la separazione dalla madre Michelle Hunziker. Pertanto, anche nel momento in cui era fisicamente distante, le inviava solitamente un pensiero cosicché Aurora Ramazzotti ne sentisse meno la mancanza.

Effetto nostalgia

In un post su Instagram la giovane ricorda che ricevere una cartolina dal padre era per lei come avere il privilegio di stringere fra le mani un ‘pezzo’ delle città da cui gliele spediva. Ne andava fierissima, lui viaggiava, lei sognava. Adesso, riguardando le stesse cartoline, prova nostalgia di un’epoca in cui, se scrivevi una cartolina, lo volevi per davvero.

Rispetto ai moderni sistemi di messaggistica (WhatsApp per esempio) spedire una cartolina richiedeva maggiore volontà. Tra cercare l’immagine più adatta, il francobollo, lo scrivere qualcosa che non era poi più possibile cambiare – aggiunge – ma che sarebbe rimasto lì, incancellabile.

Aurora Ramazzotti e la poesia della cartolina

Poi bisognava trovare il coraggio di inviarla, attendere l’arrivo a destinazione, sapendo che, qualunque fosse il o la destinataria, ne avresti cambiato la giornata. In un periodo storico tutto digitale come il loro – spiega la ragazza – ci si è forse scordati della poesia della calligrafia. Di quanto dica di una persona. Di quanto sappia emozionare. Di quanto si nasconda dietro una semplice frase. (continua dopo il post)

View this post on Instagram

Mi ricordo che ricevere una cartolina da mio papà per me era come avere il privilegio di possedere un “pezzo” delle città da cui me le spediva. Ne andavo fierissima, lui viaggiava, io sognavo. Ora rivedendo le stesse cartoline provo nostalgia di un’epoca in cui se scrivevi una cartolina dovevi volerlo per davvero. Cercare l’immagine più giusta, il francobollo, scrivere qualcosa che non potevi poi cambiare ma che sarebbe rimasto lì, indelebile. Avere il coraggio di spedirla, aspettare che arrivasse, sapere che a chiunque fosse destinata avresti cambiato la giornata. In un periodo storico tutto digitale come il nostro ci siamo forse dimenticati della poesia della calligrafia. Di quanto riveli di una persona. Di quanto sia in grado di emozionare. Di quanto si celi dietro una semplice frase. La distanza è sempre stata una tematica della mia vita, fin da piccola. Se c’è una cosa che ho imparato è che non conta poi così tanto se l’amore è forte abbastanza. “Oggi da Parigi, Je T’aime” — @sara.commodi ❤️ @casa_bigotta

A post shared by Aurora Ramazzotti (@therealauroragram) on

Il messaggio caricato sul profilo social, ha ricevuto diversi complimenti. Un utente definisce stupendo l’amore tra un padre e una figlia, un altro giudica Aurora Ramazzotti meravigliosa. E probabilmente a leggere le splendide parole pure papà Eros si sarà commosso. In seguito alla rottura con Marica Pellegrinelli, lei gli è stata vicinissima, L’Aurora anche dopo le notti più buie.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!