Arisa: La mamma indagata, anche lei una falsa invalida per riscuotere la pensione

Mamma di Arisa
Mamma di Arisa

Anche la mamma di Arisa indagata fra i falsi invalidi, secondo le forze dell’ordine ha avuto l’invalidità grazie ad un avvocato e un intermediario

Continuano le indagini sui falsi invalidi condotti dalla Procura di Potenza. Fra le persone coinvolte nella maxi operazione c’è anche la mamma di Arisa, la famosa cantante. La signora Assunta Santarsiero, 62 anni, residente a Pignola, faceva finta di non poter camminare.

Dalle indagini è emerso che la signora ha ottenuto la pensione grazie all’aiuto di un avvocato e un intermediario. Dai conteggi effettuati dalla polizia pare che la signora abbia truffato l’Inps 24 mila euro. Lo scandalo di compravendite di falsi certificati medici e attestati di invalidità sta facendo molto discutere e sei persone sono già state arrestate, ma sono 40 quelle coinvolte.

Anche la mamma di Arisa tra i truffatori

A testimoniare contro la signora c’è un video in cui si vede con molta chiarezza che la persona intenta a dedicarsi al giardinaggio è proprio lei. A diffondere il video è stata la questura e le immagini testimoniano che la donna, quindi la mamma di Arisa, sta praticamente benissimo.

La donna, per ottenere la pensione di invalidità e l’accompagnamento, pari a 805 euro al mese, pare abbia messo in atto una messa in scena, in cui faceva finta di non poter camminare. Per passare la visita la donna si era presentata su una sedia a rotelle accompagnata dal marito. Ma le immagini dimostrano che la donna è invece in grado di svolgere qualsiasi cosa in maniera autonoma! Gli investigatori hanno mostrato alla donna mentre era intenta a zappare nel giardino, quindi perfettamente in grado di badare a se stessa.

La signora cerca di difendersi

Dopo le accuse rivolte alla signora, peraltro ben documentate, questa ha tentato di difendersi. Infatti, la signora Assunta Santarsiero ha detto di usare la sedia a rotelle un po’ sì e un po’ no. La donna ha anche detto di aver combattuto contro una brutta malattia, dettaglio che risulta veritiero.

Tuttavia, nulla di ciò secondo la polizia ha a che fare con i mezzi con cui pare abbia ottenuto l’invalidità civile. Anche i suoi compaesani hanno confermato di vederla spesso in giro per il paese, da sola. I paesani hanno anche detto di non averla mai vista zoppicare e tantomeno su una sedia a rotelle. L’inchiesta comunque prosegue e vedremo come finirà per la mamma di Arisa.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!