“Il Traditore” di Marco Bellocchio è film candidato dall’Italia per la corsa all’Oscar

Il film di Marco Bellocchio, “Il Traditore”, è stato scelto per rappresentare l’Italia nella categoria “International Feature Film Award”, che sostituisce il vecchio Oscar per il miglior film straniero. L’annuncio è stato dato dalla “Commissione per la selezione”.

“Il Traditore”: l’Italia mira a tornare sul podio più alto

Annunciato dalla “Commissione per la selezione” il film che rappresenterà l’Italia ai prossimi Oscar, nella categoria “International Feature Film Award”, che manda in pensione il vecchio Oscar per il miglior film straniero: si tratta de “Il Traditore” di Marco Bellocchio.

La Commissione ha scelto il film con protagonista uno strepitoso Pierfrancesco Favino dopo una lunga riunione. Il film di Bellocchio ha battuto gli altri 5 film proposti per la selezione: i quotatissimi “Martin Eden” di Pietro Marcello e “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi, su tutti. E “Il primo re” di Matteo Rovere e “Il vizio della speranza” di Edoardo De Angelis, che partivano decisamente sfavoriti.

“Il Traditore”: di cosa parla il film di Bellocchio

“Il Traditore” di Bellocchio, che rappresenterà l’Italia presso l’Academy Awards, narra le  vicende del superboss Tommaso Buscetta. Conosciuto come “il boss dei due mondi”, Buscetta fu il primo grande pentito di mafia. Il film narra di quei giorni, della sua scelta di pentirsi e di tutte le vicende che seguirono la sua scelta. Estradato dal Brasile, verrà interrogato da Giovanni Falcone, interpretato da Fausto Russo Alesi, e testimonierà nel maxiprocesso di Palermo. La sua scelta, fatta per salvare la sua famiglia e se stesso, aprirà un mondo agli inquirenti e risulterà fondamentale per Falcone, e Borsellino poi, nelle indagini.

Il film è stato presentato al “Festival del cinema” di Cannes ed è stato salutato da una grande standing ovation. Molto apprezzato dalla critica, sancisce la conferma delle grandi doti di Pierfrancesco Favino. In Italia ha avuto un gran successo, uscendo nelle sale il 23 maggio di quest’anno. Ha vinto ben 7 Nastri d’Argento, tra cui “Miglior Film” e “Miglior Attore Protagonista”. A Luigi Lo Cascio che interpreta Salvatore Contorno il premio come “Miglior Attore non Protagonista”. (Continua dopo il post)

Pierfrancesco Favino: “Grande orgoglio!”

Pierfrancesco Favino ringrazia tutti su Instagram: “Grande orgoglio! Grazie a tutti”. L’attore romano si conferma ancora una volta una spanna sopra gli altri. Un personaggio così delicato interpretato in maniera magistrale. Il film è arricchito anche dalle musiche di Nicola Piovani, a testimonianza di come, leggendo i grandi nomi presenti, si sia puntato molto in alto.

L’Oscar rimane un sogno, ma la critica conquistata anche all’estero lasciano la licenza di volare in alto. La statuetta manca all’Italia dal 2014, quando vinse “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino con Tony Servillo e Carlo Verdone. Prima di allora, il premio era stato vinto da Roberto Benigni con “La vita è bella”, con la colonna sonora curata anche in quel caso da Nicola Piovani. Riuscirà “Il Traditore” a salire sul podio?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!