Che fine ha fatto Alessia Merz? Ecco come la ritroviamo oggi a 45 anni [FOTO]

Alessia Merz è stata una delle protagoniste indiscusse di Non è la Rai, la trasmissione cult di Mediaset ideata da Gianni Boncompagni e capeggiata da una giovanissima Ambra Angiolini. L’ex velina mora di Striscia la Notizia, dopo alcune partecipazioni in tv, ha preso parte nel 2004 alla seconda edizione de “L’Isola dei Famosi” condotta da Simona Ventura, è praticamente scomparsa dalle scene. Ma che fine ha fatto la bellissima showgirl?

La nuova vita di Alessia Merz

Alessia Merz, classe 1974, ha deciso di ritirarsi a vita privata e di dedicarsi completamente alla sua famiglia: “Magari ogni tanto partecipo a qualche evento, senza lasciarli tropo da soli. La mia è una scelta“, ha dichiarato in una recente intervista.

L’ex showgirl ha sposato nel 2005 il calciatore Fabio Bazzani, ex vice allenatore dell’Ascoli, un matrimonio che resiste al tempo e che non è mai stato scalfito da pettegolezzi o gossip di alcun tipo. Dal loro amore sono nati due splendidi bambini e oggi vivono lontano dai riflettori e dalle scene. (Continua dopo la foto)

Foto Instagram

Gli esordi dell’ex collega di Ambra Angiolini

Dopo la sua partecipazione a Non è la Rai, Alessia Merz viene notata dal regista Antonio Ricci che le offre l’opportunità di salire sul bancone di Striscia la Notizia in veste di velina, accompagnata dalla bionda collega Cristina Quaranta.

Successivamente diventa presenza fissa nella trasmissione sportiva “Quelli che il calcio“. Nel 1995 prende anche il via la sua carriera di attrice. Debutta infatti nel film I ragazzi della notte. Pellicola che le permette in futuro anche di prendere parte a numerose fiction di successo.

Nel 1998 debutta come conduttrice nel programma Meteore – Alla ricerca delle stelle perdute, accompagnata da Amadeus e Gene Gnocchi. A novembre dello stesso anno conduce su Rai 1, insieme al cantante Max Pezzali, Sanremo famosi. Nel 1999 la rivista Maxim la sceglie per un suo calendario: gli scatti sono un vero e proprio successo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!