Nick Luciani si confessa a Pomeriggio 5: Io dopo il successo de “I Cugini di Campagna” sono caduto in disgrazia

In una lunga intervista rilasciata al programma Mediaset “Pomeriggio 5”, Nick Luciani voce inconfondibile della musica italiana ed ex prima voce de “I Cugini di Campagna”, si confessa. Ecco quanto è cambiata la vita di Luciani da quando si sono spenti i riflettori del palco per il gruppo.

Nick Luciani e l’abbandono de “I Cugini di Campagna”

Ospite di Barbara D’Urso, negli studi di “Pomeriggio 5”, il cantante Nick Luciani ha raccontato di come sia cambiata la sua vita in questi ultimi anni. Voce inconfondibile, falsetto che tutti gli italiani almeno una volta hanno cercato di imitare è stato prima voce del gruppo “I Cugini di Campagna” sino al 2014.

Entrato nella band fondata nei lontani anni ’70, nel 1994, dopo numerosi dissapori, specie con Ivano Michetti, ne era uscito con tante polemiche. Luciani accusava gli altri del gruppo di “mancanza di collaborazione e di preparazione per gli eventi”, cosa che lo manda su tutte le furie.

Dopo l’abbandono, per Nick Luciani non si sono più accese le luci del palco. Nonostante il talento e la fama che si è ritagliato nel tempo nel nostro Paese, nessuno lo ha più cercato per lavorare nel campo musicale. E così il cantante ha dovuto reinventarsi, adattandosi a qualsiasi lavoro trovasse. E lo ha rivelato in questa lunga intervista, in cui accusa lo showbiz di averlo abbandonato semplicemente per aver detto la sua sulla gestione del quartetto de “I Cugini di Campagna”. (Continua dopo il post).

View this post on Instagram

#NICKLuciani. Oggi a…

A post shared by #Nick Luciani (@lucianinick) on

Nick Luciani: “Sono caduto in disgrazia”

“Dopo l’abbandono del gruppo è stato un periodo nero” rivela il cantante, che poi continua: “Mi sono dovuto reinventare ed ho imparato a fare il muratore, il piastrellista, il giardiniere o l’elettricista”, rivela Nick Luciani. Poi Luciani continua: “Io, mia moglie Vanessa e mia figlia Karen abbiamo dovuto rivedere il nostro stile di vita” ed aggiunge: “Un tempo potevo concedermi auto di lusso e spesso giravo con l’autista”. “Oggi invece, ho dovuto riscoprire i mezzi pubblici e mi muovo in autobus, in treno oppure in bicicletta” rivela Luciani.

Che poi conclude: “Mi do da fare e mi occupo della spesa”, ed ancora: “Adesso vado al mercato o nel discount, dove riesco a trovare il cibo ad un prezzo più accessibile”. Luciani infine, visibilmente emozionato, dice: “Sono diventato un uomo di casa, la mia vita agiata di un tempo è solo un ricordo” ed “è come se ogni giorno mi trovassi ad affrontare una strada in salita”.

Luciani ha dichiarato di non essersi pentito, nonostante tutto, della decisione di abbandonare “I Cugini di Campagna”. Ma, al tempo, non pensava certo che sarebbe sparito dalla scena musicale italiana o che nessuno lo avrebbe chiamato come ospite in tv. Che ci sia dietro lo zampino dei suoi ex amici e colleghi a cui tanto aveva dato fastidio il suo abbandono?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!