Meglio correre o camminare?

Chi soffre di dolori alla schiena dovrebbe evitare la corsa. Ecco perché.

Correre o camminare?
Correre o camminare? Dipende dalla salute della schiena.

Fra il correre o camminare molti posturologi vi sconsiglieranno la corsa, soprattutto se soffrite di dolori di schiena. Questa non è l’ultima scoperta in fatto di benessere e salute, ma un’opinione abbastanza diffusa fra esperti di scienze motorie, i quali vi metteranno subito in guardia.

Eppure molti fanatici della forma fisica non sanno rinunciare a correre per dimagrire, perché è un’attività che permette di bruciare velocemente calorie e cuscinetti.

È vero, la corsa snellisce ma, di fatto, se praticata con troppa frequenza, assottiglia la muscolatura, e questo non è un bene per chi accusa spesso mal di schiena. Prima di dedicarsi a tale disciplina è pertanto consigliabile prevedere un periodo di preparazione fisica in palestra, così da allenare e rafforzare i muscoli. In questo modo si potranno limitare o prevenire ulteriori danni, soprattutto per chi presenta ernie, scoliosi e dolori stagionali.

Ecco alcuni consigli su come correre correttamente e ridurre al minimo l’impatto sulla colonna vertebrale.

  • Per correre o camminare procuratevi un buon paio di scarpe
    Sono preferibili quelle con gli ammortizzatori, fondamentali per attutire gli urti alla schiena. Non cercate di risparmiare sulle scarpe, piuttosto evitate spese pazze per l’abbigliamento. Tra l’altro ci sono modelli e marche dai prezzi molto abbordabili e per tutte le esigenze.
  • Praticate stretching prima e dopo l’allenamento
    Se ne avete la possibilità, consultate un buon posturologo, il quale saprà consigliarvi esercizi utili per evitare un eccessivo irrigidimento della colonna vertebrale e dolori da sovraccarico.
  • Cominciate con una passeggiata
    Non mettetevi subito a correre, ma cominciate camminando a passo sostenuto: questo vi aiuterà a migliorare la resistenza e a non sottoporre il corpo a urti improvvisi. La schiena ringrazierà!
  • Non correte ogni giorno
    È importante lasciare al nostro corpo il tempo di recuperare prima di sottoporlo a un nuovo sforzo innaturale (perché di questo si tratta). L’ideale è aspettare uno o due giorni fra un allenamento e il successivo.

A questo punto, forse, concluderete che fra il correre o camminare la cosa migliore è optare per una sana camminata e non mettere a rischio la salute della schiena. Ma se temete di accumulare peso nei mesi invernali e non vi piace rinchiudervi nelle palestre, sappiate che una corsetta ogni tanto non ha mai ucciso nessuno.

L’importante è fare ogni attività con il giusto equilibrio, grazie al quale se ne potrà trarre il massimo beneficio. E poi chiedete sempre consiglio al buon senso: vi aiuterà a diventare runner più consapevoli.

La corsa può causare dolori di schiena.
La corsa può causare dolori di schiena.
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!