Chef Rubio, il programma per Frediga è a rischio chiusura “Lo chiederò!”

Chef Rubio

A rischio chiusura il programma di Chef Rubio, Frediga afferma di volerla persino chiedere, non mancano le polemiche

Continuano a far discutere le parole pronunciate su Chef Rubio sulla vicenda dei poliziotti uccisi a Trieste. I social si sono infervorati alle parole dello chef che ha detto agli agenti di essere impreparati e tante sono state le reazioni nei suoi confronti. Anche i politici sono intervenuti sulla vicenda, giudicando lo chef una persona stupida, che si deve vergognare di quello che ha detto. Meloni e Salvini non si sono risparmiati sui commenti, ma anche il fratello di Demenego ha risposto in modo duro allo chef.

Il giovane ha detto di essere il fratello del poliziotto impreparato e di tenere alta la guardia alta quando gira perché potrebbe fare la fine del fratello! Minacce chiare ed evidenti, scaturite dalle parole dette dallo chef, a cui però ha fatto seguito un post di scuse da parte di Demenego. Anche il governatore del Friuli Venezia Giulia è intervenuto sulla vicenda, per placare gli animi.

Programma di Chef Rubio a rischio chiusura, lo chiederà Frediga

Un altro duro commento arriva da Massimiliano Frediga, che dice di non accettare le persone che lucrano sulle tragedie per acquisire visibilità. Questo modo di agire influisce negativamente sulla sofferenza dei familiari delle vittime, e secondo Frediga è un atto da condannare.

Frediga aggiunge anche di più sulla vicenda, e annuncia di voler chiedere personalmente la chiusura del programma di Chef Rubio. Lo chiederà egli stesso all’emittente televisiva che ha messo sotto contratto il giovane. Insomma, per Chef Rubio c’è il rischio che venga cancellato il suo programma? Pare proprio di sì, perché Frediga ritiene che persone del genere non meritino nulla, tantomeno di avere un pubblico che li segue.

Per Frediga ciò che ha detto Chef Rubio è inaccettabile

Non ci sono scuse che tengano per Frediga, di fronte a quanto è successo. E’ infatti inaccettabile secondo lui che personaggi pubblici diventino protagonisti di tali bassezze, pur di avere maggiore visibilità.

Per Massimiliano il suo compito avrebbe dovuto essere quello di essere solidale con le famiglie delle vittime. Non ha avuto alcun senso infierire contro i poliziotti parlando perfino della loro inesperienza. Ferme sono anche le parole di Debora Serracchiani, che afferma che ci sono valori su cui non si lanciano provocazioni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Giusy: Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.