Safari fotografico in Tanzania

Safari fotografico in Tanzania
Safari fotografico in Tanzania

Il safari in Tanzania rientra tra le esperienze che tutti dovrebbero fare almeno una volta nella vita, questo poiché rappresenta un’occasione unica per immortalare paesaggi mozzafiato, tramonti e scorci indimenticabili e una moltitudine di animali nel loro ambiente naturale. Non è affatto un caso che proprio la Tanzania, terra del famoso Parco naturale del Serengeti, del monte Kilimanjaro considerato come il “tetto d’Africa” così come di Zanzibar o “isola delle spezie”, negli ultimi anni sia stata premiata come la migliore destinazione per safari fotografici in Africa.

La Tanzania così come l’Africa in generale, rappresentano territori ben diversi rispetto all’Italia così come all’Europa: sono moltissimi infatti gli spunti naturalistici che tengono a colpire i fotografi amatoriali e professionisti, mediante il cosiddetto “mal d’Africa”, l’irrefrenabile desiderio di visitare e rivivere quanto apprezzato durante il soggiorno. Qui bellezze quali il Monte Kilimanjaro e il Monte Meru, fanno da contorno alle immense piantagioni di banane e caffè mentre l’intero territorio permette di visitare i famosi mercati locali e le piccole botteghe artigiane d’altri tempi entrando a stretto contatto con le tradizioni, le usanze, la cultura e le popolazioni locali dal sorriso speciale. I parchi naturali invece, parte prevalente nell’intero territorio, offrono la possibilità di vivere anche solo per pochi attimi, a stretto contatto con gli animali più selvaggi: eleganti, babbuini, leoni, leopardi e oltre 10.000 specie differenti di uccelli, apprezzati soprattutto dagli amanti del birdwatching.

Le visite presso i principali villaggi Masai offrono l’occasione di fotografare i guerrieri e le donne con i loro caratteristici collari e orecchini noti per essere particolarmente vistosi. L’alba ed il tramonto rappresentano senza dubbio i momenti della giornata che dispongono della luce migliore: importante dunque sempre organizzarsi con la propria guida in modo tale da partire preferibilmente la mattina alle 6:00 prima dell’alba facendosi consigliare sulla location più adatta ad apprezzare il successivo tramonto. Solo così si potrà godere di uno spettacolo della natura indescrivibilmente seducente.

Equipaggiamento e attrezzatura adatta a un safari fotografico in Tanzania

Quando si effettua un safari fotografico in Tanzania è sempre opportuno seguire qualche piccolo accorgimento utile al fine di non farsi cogliere impreparati dagli eventi: è importante controllare scrupolosamente la propria attrezzatura prima della partenza poiché in loco non si trova molto e dover ricorrere ad eventuali escamotage potrebbe risultare oneroso. Meglio dunque munirsi preventivamente di ottiche, carica-batterie e batterie supplementari, corpo macchina, filtri, custodie e treppiede in modo tale non farsi cogliere impreparati dagli eventi. Ideale sarebbe fruire di una macchina fotografica reflex con ottiche da 200 o meglio ancora 300mm, questo per poter immortalare facilmente anche gli animali che è opportuno tenere a distanza. Indispensabili poi eventuali schede di memoria per essere certi di poter salvare facilmente gli scatti preferiti effettuati nel corso della giornata.

Le migliori mete per un safari fotografico in Tanzania

Se si amano i grandi felini d’Africa e si sogna un viaggio all’insegna della fotografia in una terra incontaminata e ancora quasi totalmente appartenente agli animali, la Tanzania rappresenta luogo più indicato per vivere un’esperienza unica, a stretto contatto con la natura e la fauna più selvaggia. Imperdibili mete suggestive quali il grande cratere estinto di Ngorongoro, area geologica in grado di offrire scorci di rara bellezza e di ospitare le specie di mammiferi più grandi presenti sul territorio africano.

Lo stesso interno del cratere così come il percorso che conduce ad esso, è popolato da numerose specie di animali di grossa taglia pronte ad accompagnare l’intero safari fotografico: si contano infatti oltre 25000 animali quali leoni, leopardi, ghepardi, ippopotami e ancora rinoceronti, gnu, zebre, iene, bufali ed elefanti.

Significativo è anche il famoso Serengeti National Park che, con i suoi paesaggi sconfinati rappresenta un paradiso ancora incontaminato dove domina il verde della natura rappresentando l’habitat ideale per l’intera fauna locale. Sono infatti più di un milione e mezzo gli erbivori che popolano la pianura e che unitamente ai numerosi predatori, contribuiscono a rendere tale luogo assolutamente incredibile. La vera perla di ogni safari fotografico in Tanzania è tuttavia la grande migrazione, uno spettacolo della natura degno di nota che merita di essere immortalato e ricordato nel tempo, per la pregevole bellezza e l’intensità degli istanti che lo accompagnano.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!