Giochi storici che, purtroppo, non esistono più

Ricordate i vecchi giochi della nostra infanzia? Una raccolta di ricordi.

i giochi storici
giochi storici come nascondino

Vi ricordate quanto erano belli quelli che, oggi, sono ormai diventati giochi storici?

Cari amici e care amiche, a meno che non siate molto, ma molto molto giovani, sicuramente leggendo questo articolo, che parla di giochi storici che, purtroppo, non esistono più, sentirete non poca nostalgia nel cuore.

I tempi passano e cambiano, le abitudini cambiano e anche i giochi che i bambini sono soliti fare per divertirsi.

Se avete già qualche annetto e siete nati tra gli anni Settanta e gli anni Novanta, allora ricorderete sicuramente questi giochi, che al giorno d’oggi non vengono quasi più prodotti e che molti bambini non potranno mai conoscere.

Cominciamo con il “Meccano”, che metteva nella condizione di svolgere un progetto, sviluppando il senso delle proporzioni e aiutava a spaziare con la fantasia: c’era il baule di legno, le scatole di cartone e bastavano pochi oggetti per realizzare una grande opera d’arte, che ci faceva sentire dei piccoli inventori!

E poi il trenino: eredità del papà, che spiegava le trasformazioni e le storie dei treni.

E il pallone? Bastava anche un pezzettone di giornale appallottolato e tenuto insieme da abbondante nastro adesivo per uscire in giardino o in cortile o per andare al parco a giocare, ma adesso? È ancora così?

Sono sempre meno i bambini che calciano o lanciano una palla per divertirsi, perché adesso ci sono l’iPad, la Playstation, l’Xbox, ma mamme, papà, vi ricordate la gioia di sbucciarsi le ginocchia correndo liberi nei prati dietro ad un pallone?

E citiamo ancora le biglie sulla spiaggia, di vetro, di plastica, di gomma e la pista fatta con il sederino dell’amichetto o dell’amichetta che si prestava.

Nascondino…il mitico nascondino, il telefono senza fili, scemo in mezzo, il mignolino e campana!

Tutti giochi di fantasia, ma che oggi, purtroppo, sembrano essere stati dimenticati!

Giocare è importante ed è altrettanto importante che i giochi ed i giocattoli, che aiutano il bambino ad avere un primo approccio sociale con il mondo, vengano scelti su misura per lui o per lei!

La tecnologia può aspettare!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!