Striscia la Notizia mette nei guai Fabio Rovazzi: la dura accusa al noto rapper italiano

Fabio Rovazzi

Striscia la Notizia contro il rapper Fabio Rovazzi

Tre settimane fa ha preso il via la 32esima edizione di Striscia la Notizia. Il tg satirico ideato da Antonio Ricci è tornato scatenato più che mai tirando in ballo alcuni influencer denominati ‘furbetti’.

Per quale ragione? Infatti diversi personaggi dello spettacolo e Vip, che hanno un seguito su Instagram abbastanza notevole, si parla di milioni di follower, spesso fanno finta di dimenticare di inserire l’hastag ‘adv’ alle foto nei quali pubblicizzano qualsiasi tipo di prodotto di marche molto rinomate.

Tra questi ci sono l’ex ciclista trentino Ignazio Moser, ma anche il rapper Fabio Rovazzi, Martina Colombari, Aida Yespica e tanti altri. A rendere noto l’arcano ci ha pensato Marco Casimani Calzolari, l’inviato del programma di Canale 5 realizzando un servizio confezionato per Striscia. Andiamo a vedere di cosa si tratta.

Gli influencer che fanno delle furbate

Per tutti coloro che non sono informati, da qualche mese l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, insieme al Codacons e Unione Nazionale dei Consumatori, hanno obbligato che le varie pubblicità realizzate su Instagram, ma anche su altri social, siano chiaramente visibile per i follower.

Questa decisione è stata presa per evitare di evitare l’avanzamento di spot occulti ed ingannevoli. In diverse occasioni, però, l’hashtag ‘Adv’, che vuol dire advertising ossia pubblicità in in lingua inglese, viene dimenticato negli scatti realizzati dai vip.

“Non vengono rispettate le regole”,

ha affermato Marco Casimani Calzolari, l’inviato del tg satirico di Antonio Ricci, Striscia la Notizia, che si occupa di fare dei servizi che riguardano il mondo del web.

La denuncia dell’inviato di Striscia la Notizia

Nel servizio trasmesso qualche giorno fa a Striscia la Notizia, il tg satirico condotto da Ezio Greggio e da Enzo Iacchetti, Marco Casimani Calzolari ha terminato il suo intervento in questa maniera:

“Il problema è serio. Caro vip, caro influencer, se non specifichi che il tuo post è genuino, senza avere nulla in cambio, confondi le idee. Bisogna dirlo se induci a comprare qualcosa per cui sei pagato, soprattutto per i tanti giovani che ti seguono”.

Giungeranno le repliche da parte di Fabio Rovazzi e degli altri personaggi dello spettacolo coinvolti?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!