Chiara Ferragni non sarà più da sola Nasce il corso di laurea per Influencer

Nuove professioni: nasce il corso di laurea universitario triennale per diventare influencer

Profondamente amata, severamente odiata ma soprattutto tanto invidiata: Chiara Ferragni. La influencer più popolare in Italia con milioni di follower sui social network  e un seguito sempre crescente che si traduce in soldoni grazie agli spot pubblicitari in tv e sulla carta stampata. Lei, ma non è la sola, fa un lavoro che ancora in tanti faticano a capire ma che porta tanti guadagni. Ed ecco che allora per diventare come lei, nasce un corso di laurea nell’ambito della Comunicazione che serve a formare proprio questa figura: l’influencer.

Ma cosa fa l’influencer?

Una volta gli infuencer erano i miti, le leggende della musica o della cultura, o ancora genitori e docenti a scuola ma oggi il mondo è cambiato e viaggia veloce in tempo reale al battito di un click e di un “mi piace” o di un cuoricino su Instagram e via si seguito. Il ruolo dell’influencer ha preso piede sui social, e ormai è diventato uno dei lavori più desiderati dai giovani di oggi sebbene non sia regolamentata come professione istituzionalmente parlando.

Chiara Ferragni docet

Basti pensare a Chiara Ferragni che con un solo post riesce a guadagnare migliaia di euro, o al modello Italiano Mariano di Vaio che grazie alla sua pagina è oggi uno dei modelli più famosi e richiesti. Sono molte le aziende che si affidano agli influencer per far sponsorizzare i loro prodotti. Inoltre, alcuni di loro riescono anche ad avere i propri marchi come nel caso della Ferragni che ha una propria linea di abbigliamento, calzature e accessori.

Influencer, una professione da imparare sui banchi

È così che è nato il corso di laurea incentrato sulla formazione dei giovani per divenire un influencer. A lanciare questa novità è l’Università  telematica e-campus. La stessa università ha spiegato:

“Il corso forma la figura professionale dell’influencer, una figura relativamente recente nata dai social network e che, grazie alla fiducia del pubblico, svolge il ruolo di ambasciatore di sé stesso e dei marchi che rappresenta”.

Come sarà strutturato il corso

Si tratta di un corso triennale in cui durante il primo anno si affrontano temi trasversali come semiotica e filosofia dei linguaggi, estetica della comunicazione, informatica, tecnica, storia, e linguaggio dei mezzi audiovisivi. Il secondo anno si scava in fondo e si arriva al dettaglio di alcune discipline come la psicologia e la sociologia della moda ampliando le conoscenze dello studente nell’ambito della comunicazione grazie a discipline come il diritto dell’informazione e della comunicazione o la sociologia della comunicazione e dell’informazione. Il terzo e ultimo anno è prevista invece la partecipazione a laboratori tematici, che vanno dalla scrittura istituzionale e pubblicitaria alla lettura dell’immagine, e si conclude con tirocini formativi e di orientamento.

Il primo corso lanciato lo scorso anno a Madrid

In realtà E-campus non è stata la prima università europea a lanciare un corso per la professione di influencer; il primo corso è partito lo scorso anno, nell’ottobre 2018 allʼinterno della scuola di Economia dellʼUniversità autonoma di Madrid con il titolo “Intelligence Influencers: Fashion & Beauty”  che si è posto come obiettivo la formazione di influencer professionisti, ovvero

“la risposta alla tendenza al declino del marketing tradizionale a fronte invece del forte incremento di quello nel settore social”.

Il mercato del lavoro fa i conti con il social marketing

Oggi come mai prima ad ora i profili social contano tantissimo, personaggi che contano centinaia o milioni di followers sono delle vere e proprie macchine da soldi, un classico esempio è stato il recente acquisto di Cristiano Ronaldo approdato alla Juve, Ronaldo su i suoi profili conta milioni di follower ed il calciatore è una vera e propria macchina da soldi che muove fatturati impressionati anche per le squadre in cui gioca.

Le materie di insegnamento

Tra le materie insegnate a Madrid ci sono psicologia della moda, comunicazione e creatività; al completamente del percorso di studi gli studenti dovranno superare prove ed esami e al termine saranno “in grado di utilizzare le conoscenze acquisite per fare della loro attività da influencer l’inizio di una professione”. Le lezioni sono trasmesse anche via streaming, anche se in questo caso al termine non verrà rilasciato il diploma finale, ma solo un attestato di frequenza.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!