Fine di un amore: caccia al tesoro. Storia diventata virale sul web!

Scopre il tradimento e si vendica in modo geniale!

fine di un amore tradimento
lettera fine di un amore

La notizia non è nuova, ma continua a far sorridere e probabilmente a dare qualche spunto a tutte quelle ragazze e donne che scoprono gli altarini del fidanzato o del marito, vivendo la fine di un amore.

Ecco la lettera:

“Ciao tesoro, indovina chi ha lasciato il suo Facebook aperto sul proprio computer, e ricevuto un messaggio da Kelsi? Sì, proprio tu 🙂 Ma non ti preoccupare, non ho rotto niente. Anzi, sono stata così dolce da impacchettarti le tue cose! Ho anche inventato un gioco divertente, visto che da che ti conosco so che ti piace cercare le cose, e le altre ragazze! Ecco dove troverai le tue cose.

  • I tuoi vestiti sono dove ci siamo incontrati la prima volta.
  • I tuoi videogiochi dove ci siamo dati il primo bacio.
  • Il tuo portatile è dove abbiamo comprato il primo videogame insieme.
  • La tua tv è dove l’abbiamo fatto la prima volta.
  • Tutto il resto, comprese le foto degli ultimi 2 anni della nostra vita insieme sono a casa di Kelsi. Divertiti!!

Ah, non ho rotto o danneggiato nulla ma non posso garantirti che tu possa ritrovare le tue cose! Buona ricerca!”.

A dir poco geniale, la soluzione trovata da questa giovane donna, sicuramente ferita per la brutta scoperta, ma che ha saputo reagire alla grande, restituendo il favore al suo giovane fidanzato.

Ok, sappiamo che ci saranno due grandi partizioni, chi dirà “Wow, questa ragazza è un genio!” e chi dirà “Ma scherza? È illegale, questo povero ragazzo può denunciarla e chiedere un risarcimento!”.

Ma bando alle ciance, giusto o non giusto che sia non sarà un giochetto del genere a risanare il cuore di questa giovane tradita e affranta, ma la sua creatività ha reso virale la sua storia in tutto il web!

Io lo ammetto, al suo posto avrei covato un’altrettanta creativa vendetta!

E voi cosa ne pensate? Cosa avreste fatto al suo posto? Vi è capitato mai di mettere in atto una diabolica vendetta?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!