Rischi nell’assunzione di alcol in gravidanza

Perché non bisogna assumere alcol in gravidanza?

no alcol in gravidanza
assumere alcol in gravidanza no

Care donne, che sia necessario rispettare delle regole fondamentali, quando si aspetta un bambino, è ben risaputo, oggi vorrei però focalizzarmi su una regola spesso sottovalutata e che può provocare al bambino danni irreparabili: alcol in gravidanza.

E’ risaputo che l’assunzione di sostanze anomale in gravidanza può nuocere gravemente alla propria salute e alla salute del bambino.

Ma perché è fondamentale eliminare completamente l’alcol in gravidanza?

Da più di 20 anni, nei paesi anglosassoni, si studiano, si analizzano e si osservano quelli che sono i comportamenti di migliaia di bambini, cresciuti nel ventre di una mamma che ha assunto alcol durante il periodo di gestazione.

I risultati di questo studio sono davvero incredibili e soprattutto molto allarmanti!

Si sa che è difficile rinunciare al cocktail con gli amici, nonostante lo stato di dolce attesa, però è importante farlo, per garantire buona salute al piccolo che sta crescendo e verrà al mondo.

Secondo uno studio, durato ben due decenni, sembrerebbe che anche una piccola dose di alcol assunto in gravidanza potrebbe portare ad una diminuzione notevole del quoziente intellettivo del bambino.

Si parla di Sindrome Alcolico Fetale e consiste nella cattiva influenza che l’alcol ha sullo sviluppo cerebrale del bambino.

Vediamo in termini scientifici che cosa accade quando la madre assume alcolici in gravidanza: l’alcol influenza direttamente i geni, arrivando quindi al DNA e provocando dei gravi deficit per quanto riguarda l’apprendimento verbale, la memoria, l’attenzione, le abilità logico-matematiche e spaziali, oltre ad una difficoltà nel ritmo di elaborazione delle informazioni.

Il consumo di alcol può influire sullo sviluppo del bambino in ogni momento della gravidanza provocando:

  • Dismorfologie facciale e problemi cerebrali dovuti all’esposizione durante il primo trimestre
  • Deficit di crescita legato all’esposizione durante la seconda metà della gestazione
  • Alterazioni nello sviluppo del cranio, nella quarta settimana di gravidanza

Quali sono i fattori che portano alla comparsa di danni pre e postnatali specifici?

  • La quantità di alcol assunto durante la gravidanza
  • La cronicità o l’occasionalità
  • L’intensità del consumo
  • Il periodo gestazionale
  • L’interazione con altre sostanze nocive
  • L’alimentazione
  • La predisposizione genetica
  • Lo stile e le condizioni di vita
  • Il livello di istruzione e lo stato civile della madre

Detto ciò, cosa volete che costi evitare qualche cocktail o qualche bicchiere di vino per soli 9 mesi? La vostra salute e quella del vostro bambino vale molto più di un bicchiere.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!