Platinette, confessione shock: ‘Un famosissimo è stato a letto con me anche se ha una moglie…’

Platinette si confessa a Diva e Donna

Da quattro settimane i telespettatori di Canale 5 lo stanno ammirando ad Amici Clebrities con il ruolo di giurato al fianco di Giuliano Peparini e Ornella Vanoni. Stiamo parlando di Platinette, ovvero Mauro Coruzzi che qualche giorno fa ha rilasciato una lunga intervista dove ha fatto delle dichiarazioni sorprendenti.

La storia con un pezzo importante

Intervistato dal magazine Diva e Donna, Platinette ha parlato della sua vita privata, quindi tirando fuori suoi vecchi amori. Lo speaker radiofonico ha confessato che non ha una storia da anni perché non ama per niente la vita in comune. Sposarsi con una persona dello stesso sesso gli fa senso, paragonandoli ad una triste parodia delle coppie etero.

“Il mio vuoto è l’occasione per generare creatività. Creare oggi è la mia compagnia. Questo certo non favorisce i rapporti, allontana gli intenzionati. Ma poi, dimmi, a chi cavolo posso piacere oggi? Solo a degli psicopatici”,

ha affermato il giurato di Amici Celebrities. Ma ad un tratto quest’ultima ha rivelato qualcosa di clamoroso menzionando una persona abbastanza famosa con cui ha avuto un flirt:

“Ho avuto una storia con un giornalista di Torino, un pezzo grosso della Stampa che firmava con tanto di foto. Ha sposato una mia amica, anche lei cicciona”.

Le storie passate di Mauro Coruzzi

Parlando col giornalista del magazine diretto da Silvana Giacobini, Mauro Coruzzi ha parlato della sua ultima relazione sentimentale, ovviamente avuta con un uomo. E’ un chirurgo estetico di Parma che è talmente lungo che arriva quasi ai due metri d’altezza. Questa persona, però, aveva una doppia vita: la famiglia a casa e con lui a Courmayeur in hotel lussuosi.

“Io, signora borghese anni ’70, con il set di perle. Gli piacevano i ciccioni. Sposò una nefrologa più grassa di me. È diventato lui stesso più grasso di me”.

Mentre quando era adolescente e andava a scuola, in totale Mauro ha avuto solo due fidanzatine. L’ultima è un ex tecnico radiologo che ormai è in pensione.

“Rimase incinta di me. Eravamo due ragazzini. Un dramma. Non c’era ancora la legge sull’aborto. Mi rivolsi alla radicale Adele Faccio, che ci salvò. Ci suggerì una clinica a Firenze. Era l’anno della maturità”,

ha concluso Platinette.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)