Ottobre: il mese degli ortaggi e delle bontà di stagione per tornare in forma

Il periodo perfetto per unire gusto e apporto energetico grazie ai tantissimi ortaggi di stagione. Ecco ottobre e l’autunno sulle nostre tavole.

Ottobre: il mese della forma

Ottobre è un mese perfetto per provare una dieta che possa combinare le bontà di stagione con la necessità di proteggersi dai malanni in arrivo a causa del freddo. Sono diversi gli studi che hanno dimostrato come, una dieta iniziata in questo periodo dell’anno,porti a risultati più che soddisfacenti.

Con l’allungarsi dell’estate, settembre è diventato un mese sempre più caldo e in molti preferiscono iniziare a mettersi in forma proprio in queste settimane. Sono tantissime le varietà di alimenti che arrivano sulla nostra tavola in questo mese, complice anche il cambio di stagione e l’arrivo delle prime temperature fredde.

Partiamo con un classico: la zucca Il cibo d’ottobre per eccellenza, su cui si basa anche la principale festa del mese, Halloween. Tanti i modi con prepararla, dai modi più gustosi, come sugo per i primi, ai modi più genuini come le zuppe. In ogni caso il risultato sarà il medesimo: la zucca contiene moltissime vitamine (A,B e C), e betacarotene, un antiossidante.

In più l’omega-3, abbassando la pressione sanguigna, previene la nascita di patologie cardiovascolari, come ictus e infarti. Un altro ortaggio di stagione è certamente la barbabietola, consigliata contro l’invecchiamento della pelle. Anche in questo caso, infiniti modi di prepararla: dalle zuppe ai contorni, fino ai dessert. (Continua dopo il post).

Ottobre il mese degli ortaggi

La varietà è enorme: funghi di stagione, carote, finocchi, fino ad arrivare ai broccoli. In particolare le carote sono la principale fonte di betacarotene, antitumorale e benefico per la crescita cellulare, per la pelle, per il cuore e per gli occhi. Anche i finocchi sono ortaggi preziosi. Facilmente reperibile in tutto il nostro Paese sono ricchi di acqua e di fibre. Apporto calorico minimo in confronto ad un alto livello di fosforo, ferro, potassio, zinco e selenio. I broccoli invece sono particolarmente consigliati per la presenza di calcio e tiossazolidoni, sostanze che si sono dimostrate particolarmente efficaci nella cura dei disturbi alla tiroide.

Particolare menzione meritano i kiwi, ricchi di vitamine C drenanti, che hanno anche grandi proprietà diuretiche e i melograni ricco di flavonoidi e antiossidanti. A colazione inoltre, è consigliato fare il pieno di arance, anch’esse ricche di vitamine C. Insomma un mese ricco di stagionalità e prelibatezze,leggere ma dall’alto impatto salutare, per prepararsi al meglio al freddo che sta per arrivare e soprattutto, alle abbuffate natalizie che si vedono all’orizzonte.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Mario Cassese: