Mara Venier, fuori programma a Domenica In: “Qualcuno me la tira”

Mara Venier
Mara Venier

Domenica In: Mara Venier ha intervistato Mika

Puntata scoppiettante quella di Domenica In trasmessa su Rai Uno domenica 13 ottobre. Dopo l’intervista a Valeria Fabrizi e Flavio Insinna, Mara Venier ha accolto in studio Mika, la pop star famosa in Italia anche per il ruolo di giudice ricoperto nel talent X Factor e Casa Mika, sul primo canale del servizio pubblico.

Davanti alla zia della televisione italiana si è concesso in una lunga intervista, dove ha raccontato il quinto album inciso in studio, My Name Is Michael Holbrook, appena pubblicato, e soprattutto dei suoi famigliari nei cui confronti è molto legato. In particolare, un intervento sul padre ha lasciato il pubblico spiazzato.

“Mio padre fu preso in ostaggio nella prima guerra del golfo”

Racconta Mika a Mara Venier. Non era più sé stesso quand’è tornato a casa: era magro e accusava tanti altri problemi. Anche queste difficoltà hanno reso complicato instaurare un dialogo con lui. Un dialogo riaperto, dopo un momento fatale.

Il rapporto con la figura paterna è migliorato decisamente da quando hanno dovuto unire le forze per affrontare la malattia della madre, reduce da un intervento chirurgico al cervello.

I problemi a scuola

A Domenica In l’artista ha parlato a Mara Venier pure della propria infanzia e spiegato che non era uno studente modello. Ebbe problemi a scuola, non aveva un rendimento soddisfacente e allora la mamma le disse che non ci sarebbe più andato. Tuttavia, ogni pomeriggio studiava con lei.

Piangeva ogni giorno perché doveva studiare musica quattro ore al giorno. Aveva smesso di parlare per tre mesi e vedeva la madre come una pazza, ma poi, passati un paio di mesi, i sacrifici diedero benefici: si ritrovò, infatti, a cantare all’Opera di Londra.

Mara Venier: qualcuno gliela tira

Per parecchio tempo sua mamma si è comportata come la sua agente e, sul nuovo album in uscita, gli ha detto che non l’avrebbe mai perdonato laddove lo avesse fatto triste. Su Rai 1 Mika ha confermato quanto detto in precedenza, non voleva assolutamente pubblicare pezzi tristi, melanconici, deprimenti, bensì fuochi d’artificio. Che è lo stesso stile dei progetti discografici, se non fosse per l’autoconsapevolezza raggiunta nel privato.

Un piccolo intoppo, non c’è quasi bisogno di dirlo, doveva capitare: all’improvviso si è sentito il rumore molesto. La Venier ha immediatamente confessato all’artista spiegandogli che lì qualcuno gliela tira. Non bisogna preoccuparsi perché lei ha dietro un fantasma, senza però dirgli come si chiama.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!