Kikò Nalli aggressione, i fan: “Colpa di Barbara D’Urso”

Kikò Nalli

Kikò Nalli ritorna sull’aggressione subita negli scorsi giorni

La fortuna sembra aver voltato le spalle a Kikò Nalli. Come raccontato dall’hair stylist attraverso alcune storie su Instagram, negli scorsi giorni ha subito un’aggressione nella ‘sua’ Roma, dopo essersi fermato a salutare delle ammiratrici che gli avevano chiesto un selfie. Immediatamente l’ex concorrente del Grande Fratello 16 si è recato all’ospedale per i dovuti accertamenti.

Gli aggressori hanno atteso che le ragazzine andassero via per arrivare con uno scooter, dargli una catenata o una sassata, insultandolo e dicendo brutte cose a lui e a Barbara D’Urso. Poi sono fuggiti, coprendo la targa. Ovviamente l’episodio è stato denunciato e il compagno di Ambra Lombardo si è sfogato osservando quanta invidia e quanta cattiveria ci sia e non ne capisce il motivo. Ha riportato un trauma cranico ed escoriazioni, ma niente di importante. Si augura che queste persone con tanto odio si facciano avanti e chiedano scusa.

Insulti e un brutto colpo alla testa

Kikò Nalli torna a raccontare l’accaduto, nel corso del programma radiofonico Non Succederà Più di Giada Di Miceli in onda su Radio Radio. Mentre si dirigeva verso l’auto, sentiva delle grida:

“str…o, pezzo di me..a, chi credi di essere, giusto delle foto con delle ragazzine ti puoi fare”

Kikò Nalli ha però fatto finta di niente, pensava fosse il solito invidioso. È andato avanti per la propria strada, ha aperto lo sportello della vettura e si sono presentati due ragazzi su uno scooter. Lui aveva fatto finta di niente.

Urlavano contro di lui, Barbara D’Urso e il Grande Fratello, affiancandosi alla macchina. Portavano il casco e il coiffeur di Sabaudia ha intimato di mostrarsi in volto. Mentre parlava però l’altro gli ha sferrato una botta in testa, forse con un sasso. Gli ha lasciato un bel segno in testa, ha avuto cinque secondi di sbandamento e in quel momento si sono dati alla fuga.

Kikò Nalli solleva Barbara D’Urso da ogni responsabilità

Nonostante abbia sporto denuncia, Kikò è stato impossibilitato nel riportare la targa dello scooter, opportunamente coperta. Ciò che rimane è un brutto spavento e la ferita riportata. Sul web in tanti hanno scritto parte della responsabilità fosse imputabile a Barbara D’Urso, ma l’ex di Tina Cipollari nega in pieno. Non c’entra in alcun modo la conduttrice napoletana.

Insultavano la televisione che faceva, la D’Urso, il Grande Fratello e i personaggi. Un insulto unico verso personalità che magari a loro stanno antipatici. Non era premeditato. In un breve filmato Chicco ha ripercorso i fatti anche a Domenica Live.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!