Striscia la Notizia, Antonio Ricci costretto a chiedere scusa: ecco cosa è successo (Foto)

Antonio Ricci al bancone di Striscia la Notizia
Antonio Ricci

Polemiche a Striscia la Notizia

Qualche settimana fa a Striscia la Notizia, il tg satirico di Canale 5 è stato trasmesso un servizio sugli abitanti ticinesi. Ma la reazione di quest’ultimi è stata talmente forte che i responsabili del programma di Antonio Ricci non se l’aspettavano minimamente.

Stiamo parlando del servizio sui ‘poveri svizzeri’, ha scatenato una serie di polemiche da parte dei rossocrociati. Dopo le critiche, a cercare di mediare tra i due ci ha pensato “Frontaliers” Roberto Bussenghi che, davanti alle telecamere del Tg satirico si è esibito in un divertente monologo. Il tutto è avvenuto a Mendrisio ed è andato in onda sulla rete ammiraglia Mediaset nella serata di venerdì scorso. Ecco casa ha detto Flavio Sala:

“Mi hanno chiesto di prendere in giro l’Italia. E io l’ho fatto con piacere. Sono stati gentilissimi”.

Striscia la Notizia

Il servizio sui ticinesi

Per riportare la pace tra le due parti, a prendere l’iniziativa è stato Flavio Sala che è intervenuto pochi giorni fa. Per cercare di riparare il danno fatto col servizio andato in onda su Striscia la Notizia, l’inviato ne ha realizzato un altro. Nel primo si parlava del fatto che gli abitanti del Ticino, il cantone svizzero italiano, non navigassero in buone acque finanziarie.

“Poverini, non hanno più neanche gli orologi”,

aveva detto un paio di settimane fa. In quell’occasione si parlava di come diversi ticinesi si fossero trasferiti oltre confine per avere una vita più facoltosa. Inoltre l’inviato del tg satirico Rajae Bezzaz si era messa a fare l’elemosina a una signora di Lugano.

Le dichiarazioni di Sala su Striscia la Notizia

In pratica il servizio realizzato da Striscia la Notizia ha fatto discutere sia in  Svizzera che nel nostro Paese.

“Il problema è che in Ticino è difficilissimo fare satira. Tutti si conoscono. Se dici una parola fuori posto, si offende Caio. Se ne dici un’altra, si offende qualcun altro. Quelli di Striscia mi hanno contattato dicendo che conoscevano il fenomeno dei Frontaliers. È stato un modo per dimostrare che anche loro si prendono in giro volentieri. Mi hanno chiesto di “fare il Bussenghi” e di sfottere l’Italia. Mi ha colpito parecchio la costernazione dello staff di Striscia. Erano parecchio dispiaciuti per avere causato disagio con il loro servizio precedente”,

ha dichiarato Sala.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!