Youtube lancia il suo servizio streaming Music Key

musicindustrygraph
Come si può vedere nei grafici che rappresentano l’evoluzione del settore della musica nel corso degli ultimi 30 anni, i servizi di musica in streaming sono di gran moda. Anche dopo il calo delle vendite di Beats Music, varie aziende di streaming come ad esempio Spotify continuano ad essere l’unica risorsa per i fan accaniti e per gli ascoltatori occasionali di tutto il mondo.

Ora, dopo mille peripezie YouTube ha finalmente svelato il suo servizio di streaming: Music Key.

Secondo Rolling Stone, sarà senza pubblicità e lunedì lancerà un “beta-test” per un gruppo limitato di persone e prevede essere ufficialmente aperto al pubblico nel 2015 a soli 10 dollari al mese. Con un focus sui dispositivi mobili anziché sui browser desktop, Music Key permetterà ai clienti di “riprodurre musica e contemporaneamente utilizzare altre applicazioni“, così come le cache dei video musicali per il successivo utilizzo offline.

Il nuovo servizio non cambierà il sito di YouTube, ma influenzerà il modo in cui le tracce sono suddivisi in categorie. Molto simile a Spotify e iTunes, i brani saranno raggruppate per artista e album, rendendo la capacità di ricerca più facile. Music Key consentirà anche agli utenti di passare da quella a Google Play app/download store.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!