Simona Ventura e Gerò Carraro, figliastro di Mara Venier: ecco perché si sono lasciati

Simona Ventura e Gerò Carraro

Per quale motivo si sono lasciati?

Da circa un anno ha ritrovato la felicità al fianco di Giovanni Terzi, ma prima Simona Ventura ha avuto una lunga storia d’amore con Gerò Carraro, figlio di Nicola, il marito di Mara Venier.

La loro relazione negli ultimi tempi non è stata tutta rose e fiori e alla fine hanno deciso di mettere un punto. Ma per quale ragione sono arrivati alla separazione? A rivelare il motivi ci hanno pensato i diretti interessati attraverso delle interviste per Oggi, il magazine diretto da Umberto Brindani.

Le ragioni della separazione

Simona Ventura e Gerò Carraro sono stati insieme per ben otto anni. Per fortuna, in maniera civile hanno deciso di dividere le loro strade. Ecco le dichiarazioni della conduttrice torinese a Oggi:

“Negli ultimi mesi ci capivamo sempre meno. Probabilmente io non ero più la donna per lui e lui l’uomo giusto per me”.

Lo sfogo di Simona Ventura e Gerò Carraro ala magazine Oggi 

Uno dei motivi che ha spinto SuperSimo ad allontanarsi dal suo compagno e il terrore di perdere il suo primogenito Nicolò Bettarini. Ricordiamo, infatti, che il ragazzo un paio di anni fa è stato aggredito fuori da una discoteca del capoluogo lombardo.

Il giovane ha rischiato di perdere la vita e ormai si è ripreso: sta bene e ha partecipato alla festa di compleanno del fratello più piccolo, come dimostrano alcuni scatti condivisi tra le Instagram Stories.

“Ora è come se volessi avere uno sguardo più concentrato sui miei figli”,

hanno detto la Ventura e Gerò Carraro al settimanale diretto da Umberto Brindani. E l’ex compagno, figlio di Nicola Carraro (consorte della conduttrice di Domenica In Mara Venier), ha aggiunto:

“Siamo arrivati insieme a capire che era arrivato il momento di guardarci negli occhi e decidere come portare a termine i progetti che avevamo intrapreso. Io mi sento il papà della figlia di Simona e per lei voglio continuare a esserci”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!