Gina Lollobrigida ha perso tutto: che fine hanno fatto i suoi soldi?

Gina Lollobrigida ricoverata in ospedale dopo un incidente

Gina Lollobrigida, soprannominata la “Bersagliera”, ha perso la sua battaglia questa volta. Nonostante i 92 anni, la diva italiana è ancora energica e determinata, tanto da non disdegnare una trasferta negli USA per seguire la produzione di un docu-film riguardante la sua vita.

Eppure i giudici hanno definito la Lollo: “Fragile, confusa e suggestionabile”. Questo, almeno, quando l’argomento in campo è il vil denaro. Secondo la giustizia, l’attrice di Subiaco avrebbe bisogno di un amministratore per gestire il suo patrimonio. Questo è quanto disposto dalla corte d’appello di Roma. Secondo i magistrati, data la veneranda età, Gina non sarebbe più in grado di amministrare i suoi beni nel migliore dei modi.

Gina Lollobrigida: non potrà più gestire i suoi soldi liberamente

La sentenza d’appello va a confermare quanto deciso dal tribunale di primo grado, contro cui Gina Lollobrigida aveva fatto ricorso affermando di essere nel pieno delle sue facoltà mentali per poter gestire il suo patrimonio in maniera autonoma. I magistrati hanno tuttavia spiegato:

“L’attrice offre a sé stessa e agli altri l’illusione di avere il pieno dominio della sua vita e dei suoi affari, mentre la comprensione della realtà che la circonda risulta sommaria e i suoi giudizi attuali sono superficiali”

Grand Hotel informa di come Gina Lollobrigida non fosse riuscita a rispondere alla domanda su quale fosse il suo patrimonio immobiliare. La diva ciociara, inoltre, non ha saputo fornire alcuna informazione riguardo le società che se ne occupano. Nell’ordinanza redatta dai giudici è possibile leggere quanto segue:

“Ha fornito rispose non esaurienti, talvolta confuse, non ricordando alcun dato relativo ai ricavi, ai costi e al rendimento effettivo di dette società”

Anche questa volta la protagonista di Pane, amore e fantasia ha perso la sua battaglia giudiziaria. Non rimane che un eventuale ricorso in cassazione. Soddisfazione per i famigliari di Gina Lollobrigida: il figlio Milko Skofic, il marito ispanico Javier Rigau (il cui rapporto con Gina è stato messo in discussione in passato) e il nipote Dimitri.

I tre, infatti. avevano presentato una denuncia contro Andrea Piazzolla, braccio destro e factotum di Lollobrigida. L’uomo era stato, infatti, accusato di approfittarsi della 92enne al fine di usufruire liberamente dei suoi soldi. Eppure, la stessa attrice aveva smentito tutto ciò:

“Andrea mi vuole bene, mentre mio figlio vuole solamente farmi interdire”

Al momento, i vincitori di questa nuova battaglia giudiziaria sono i suoi eredi legittimi. Futuro oscuro, invece, per Andrea Piazzolla, che a fine novembre rischia di essere processato. Ma chi vincerà infine la guerra?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!