Incredibile lutto nel mondo del calcio: la figlia del noto calciatore è deceduta. Aveva solo 5 anni

Michel Cruciani

Tutto il mondo del calcio italiano si trova ancora una volta sotto choc: un lutto terribile e gravissimo ha colpito la società Lucchese e tutta la comunità di tifosi toscani: al calciatore Michel Cruciani, 33 anni, della formazione rossonera, ha dovuto assistere impotente alla prematura morte della figlia, Victoria.

La bimba al momento del decesso aveva solo 5 anni, era nata prematura, la sua salute sempre a rischio. Fino ad oggi è dovuta ricorrere a particolari cure negli Stati Uniti, dove ha anche subito due operazioni chirurgiche. Una dura battaglia, ma purtroppo tutto ciò non è servito per garantirgli un futuro. (Continua dopo la foto)

Michel Cruciani

Una dura battaglia che tutta la famiglia ha combattuto non da sola: per aiutarla a sostenere le terapie costose e i viaggi negli Stati Uniti si erano prodigati molti sportivi sia il mondo del Wrestling, con la creazione di diversi eventi a scopo benefico, anche Francesco Totti, ex capitano ed ex dirigente della Roma ha partecipato a questi eventi.

In un video pubblicato su Facebook proprio l’ex ‘dieci’ giallo-rosso e della Nazionale rivolse un appello perché all’evento partecipasse il maggior numero di persone per un fine tanto importante quanto umano.

Purtroppo però per la piccola non c’è stato nulla da fare: una notizia terribile per tutti. Dirigenti, tecnici, compagni di squadra e calciatori che in passato hanno diviso la maglia con Michel Cruciani (tra cui quelli della Casertana e del Benevento oltre al Siena) sono rimasti scioccati da quanto accaduto.

“Siamo sconvolti dal dolore e distrutti da una notizia del genere – fa sapere la dirigenza della Lucchese – e siamo più che mai vicini a Michel e alla sua famiglia così duramente colpita. Siamo tutti in lacrime. Faremo sentire in ogni maniera possibile la nostra vicinanza e il nostro affetto verso il nostro giocatore e i suoi cari, che idealmente abbracciamo in questo terribile momento”.

Il giocatore è volato subito in Bulgaria (era lì che viveva la piccola Victoria) per dare l’ultimo saluto alla bimba e partecipare alla cerimonia funebre che, a giudicare da quanto si è appreso, verrà celebrata nella giornata di mercoledì.

Domenica prossima, in occasione della partita di campionato contro la Fezzanese, la Lucchese scenderà in campo con il lutto al braccio. Prima del fischio d’inizio verrà anche osservato un minuto di raccoglimento per commemorare la piccola Victoria, strappata così in fretta alla vita e all’affetto dei suoi cari.