Capitol Hill, l'imponente tela dello street artist Shepard Fairey.
Capitol Hill (2009), Shepard Fairey . "Shepard Fairey. #OBEY" in mostra a Napoli.

“Shepard Fairey. #OBEY”, la mostra. Dopo l’enorme successo riscosso dalla mostra dedicata ad Andy Warhol (“Andy Warhol. Vetrine”) nei mesi caldi, quest’inverno il Pan | Palazzo delle Arti Napoli si prepara ad accogliere un artista della più attuale contemporaneità: Frank Shepard Fairey, meglio noto come OBEY, celebre esponente della street art. L’esposizione, curata da Massimo Sgroi, si terrà dal 6 dicembre 2014 al 28 febbraio 2015 e, complici anche le feste natalizie, attirerà senza dubbio migliaia di visitatori.

La mostra “Shepard Fairey. #OBEY” presenterà 60 opere, molte delle quali inedite – come Capitol Hill – e provenienti da collezioni private, indagando la vita e l’evoluzione stilistica di Fairey.

Attraverso la sua arte, ispirata da temi di critica sociale e di grande attualità, ma anche da personaggi della cultura popolare, Fairey invita l’osservatore alla riflessione: “è un dialogo costante con l’osservatore”, dichiara, “ciò che faccio è inviare uno stimolo e rispondere con un nuovo stimolo in base alla reazione ricevuta”.

L'immagine simbolo della campagna elettorale di Obama del 2008.
Hope – Barack Obama (2008), Shepard Fairey.

L’aspetto comunicativo dell’arte è il perno della sua opera. Diventato famoso nel 1989 con l’iniziativa André the Giant Has a Posse – i muri delle città statunitensi furono tappezzate con il volto del wrestler André the Giant –, ed in seguito con i manifesti pacifisti, raggiunge il successo internazionale con il volto stilizzato in quadricromia di Obama, immagine simbolo della campagna elettorale del 2008. La collaborazione non fu mai ufficializzata, ma il presidente, una volta eletto, ringraziò Fairey con una lettera, dichiarandosi orgoglioso di avere il sostegno dell’artista. Definito da Peter Schjedajl “la più efficace illustrazione politica americana dai tempi dello zio Sam”, il manifesto Hope – apparso anche con le scritte Change, Progress e Vote – è divenuto un’icona pop contemporanea, paragonabile alla Marilyn Monroe o al Mao di, appunto, Warhol.

Informazioni pratiche. La mostra è accessibile ai seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle 19.30; domenica dalle ore 9.30 alle 14.30. Il costo del biglietto intero è di 8 euro, ridotto 6 euro. Il Pan | Palazzo delle Arti Napoli (Palazzo Roccella) si trova in via dei Mille 60.

Per maggiori dettagli, visitate il sito dedicato alla mostra cliccando qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!