Nadia Toffa, a tre mesi dalla sua morte arriva l’annuncio per mamma Margherita: ‘Per il coraggio dimostrato…’

Nadia Toffa

Un riconoscimento alla compianta Nadia Toffa

Sono passati più di tre mesi dalla tragica e prematura morte di Nadia Toffa. Dopo l’uscita del secondo libro della 40enne, dove sono raccolti i suoi ultimi pensieri, ora è arrivato un nuovo riconoscimento. Ebbene sì, alla giornalista bresciana è stato insignito un premio alla memoria. Si tratta di un riconoscimento cui sicuramente lo prenderà la madre Margherita.

Premio Europeo di giornalismo giudiziario investigativo per Nadia Toffa

“Per il coraggio dimostrato nell’affrontare e raccontare il male incurabile che l’ha colpita”,

è questa la motivazione di tale riconoscenza. In poche parole si tratta del Premio Europeo di giornalismo giudiziario investigativo, arrivato alla sua quarta stagione. Come ha scritto il quotidiano Il Mattino, la manifestazione in questione è stata ideata dal giornalista siciliano Massimo Scuderi.

Nel 2019 l’evento si terrà nel capoluogo campano nella serata di venerdì 22 novembre presso il Teatrino di Corte di palazzo Reale. Coloro che riceveranno il premio sono quelli che hanno affrontato argomentazioni molto delicati, contribuendo alla crescita dell’informazione libera e pluralistica.

Tra questi c’è anche la compianta Nadia Toffa, che durante il suo calvario ha raccontato la sua battaglia contro il tumore cerebrale accendendo i riflettori su una malattia che molta gene conosce bene.

Il ricordo de Le Iene Show per la giornalista bresciana

Qualche giorno fa Nadia Toffa è riapparsa in una puntata de Le Iene Show. Il programma ideato da Davide Parenti ha realizzato un servizio sulla chiacchierata acciaieria Ilva di Taranto per capire cosa è cambiato a distanza di sei anni dal servizio realizzato in Puglia dalla 40enne.

Quest’ultima prima aveva iniziato ad occuparsi di questa spinosa vicenda già nel 2013. Ma questa è solo una delle numerose vicende rese note dalla compianta Toffa che è venuta a mancare lo scorso 13 agosto 2019 dopo una lunga battaglia contro il cancro. La donna per anni si è battuta anche per gli abitanti della Terra dei fuochi e per questa ragione il suo funerale è stato celebrato da un prete di quelle zone, suo caro amico.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)