Michael J. Pollard l’attore di Gangster Story è scomparso a 80 anni

Michael J. Pollard
Michael J. Pollard

Michael J Pollard, la scomparsa dell’attore lascia tutti senza parole

Michael J Pollard è morto, questa è la notizia data nelle ultime ore, sembra che il fatto sia avvenuto già 24 ore fa ma è stato reso pubblico soltanto adesso. Forse per rispetto nei confronti della famiglia. L’attore che ha segnato la storia del cinema degli anni 60 ha lasciato la vita terrena. Ad ufficializzare il tutto è stato il suo migliore amico Down Walker.

La notizia riportata dall’Hollywood reporter ha lasciato il mondo senza parole, la sua carriera ha dato un segno fortissimo al mondo del cinema. L’attore ha lavorato in Le avventure di un giovane, e I selvaggi, e poi ancora tanti altri film che hanno fatto davvero la storia del cinema. Impossibile dimenticare un attore tanto grande come lui. Spiritoso, collaborativo e dalla grande presenza scenica. Come siamo soliti dire, ma in pochi casi reale, nessun attore oggi è come lui. Vecchio stampo.

Michael J Pollard tanti premi ad uno degli attori migliori di Hollywood

Michael J Pollard è stato candidato agli Oscar come miglior attore non protagonista, ha vinto come miglior attore esordiente un Bafta e probabilmente sarebbe stato ancora premiato per una delle ultime partecipazioni. Proprio a proposito di ciò ha l’ultima collaborazione è avvenuta nel 2003, per un film diretto da Rob Zombie.

Il regista lo ha voluto nel suo cast impegnandosi anima e corpo e infatti non ha preso bene la notizia della sua scomparsa, in realtà un pò come tutto il mondo del cinema ed Hollywood in generale.

L’addio del regista Rob Zombie, affranto e deluso per la notizia

Da quando è stata divulgata la notizia sono stati pubblicati tantissimi messaggi di ricordo e saluti ad un grande come lui. Il più profondo al momento è proprio quello del regista Rob Zombie che ha annunciato che un altro grande membro della famiglia House of 1000 ci ha lasciati. L’ennesimo grande attore, uno dei pilastri del cinema.

Ha inoltre affermato che è stato ed ancora oggi un suo grande fan e che quando lo ha visto per la prima volta nell’interpretazione in Star Trek ha deciso di chiamarlo per lavorare insieme. Chiunque ha amato il suo lavoro perché aveva una favolosa presenza scenica. Per lui e per molti altri è stato un mito, uno degli attori che i più grandi registi hanno amato e sognato di dirigere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!