Gianfranco Vissani: “Siamo tutti in un mare di m**da”

Gianfranco Vissani

Gianfranco Vissani compie 68 anni: non è risentito per la stella Michelin sottratta

Gianfranco Vissani, chef “defraudato” della stella Michelin, compie 68 anni senza rancore, semmai con qualche spunto di riflessione in più. Intervistato da Paolo Dallari per La Verità, fa un punto sulla vita e spiega: non si dicono mai gli anni.

Oggi tutti tentano di nasconderli. Comunque lui sta bene, si sta godendo della vita, tra amori e lavori, con grandi risultati e soddisfazioni. Peccato giusto per la stella rimossa. Ma lui predica filosofia: evidentemente non erano più all’altezza.

Forse può aver inciso l’attacco alla Guida, definita da Gianfranco Vissani anti-italiana. Ha usato questa espressione e dal profondo della sua esperienza cinquantennale doveva risparmiarsela. Era appena stato dimesso da un ricovero ospedaliero di otto giorni e gli è uscita spontanea. Avrebbe dovuto trattenere l’istinto. A Casa Vissani hanno fatto sempre le cose per bene, qualcuno però non lo accetta.

Grande ristorazione in difficoltà

Il problema sta a monte, tutti hanno infatti le loro faide, le loro corrente. E Gianfranco Vissani ha pronta la soluzione: delegare 15, 20 giornalisti (non proprietari di aziende) che si recano nei ristoranti, mangiano e votano. Se lui dirige un’intervista ha i propri interessi ed è sempre stato così.

“Però la grande ristorazione è in un mare di m**da”

Secondo Vissani serve qualcuno che contribuisca, altrimenti si rischia di chiudere tutto perché ci sono costi esagerati. A precisa domanda se si senta ancora il numero uno della cucina italiana spiega di fare ciò che può, si diverte, non cucina con l’azoto e a basse temperature.

In quel modo non è dato nemmeno sapere cosa si mangia. La cucina italiana è di un’altra categoria, ognuno cerca il prodotto vero. E pensa sia necessario smetterla di scombussolare il mondo, sostenere sia tutto uguale, niente sia più di valore.

Gianfranco Vissani replica a chef Rubio

Negli ultimi mesi fa molto discutere chef Rubio, perché, a suo dire, conoscerebbe dei segreti su Vissani. Questi non lo conosce e non intende farlo. Possono anche chiamare Rubio chef, tanto secondo Gianfranco sa solamente attaccare la gente per un tornaconto di immagine. Recita la parte dell’anti-Salvini.

Poi, l’ex giudice de La Prova del Cuoco non le manda a dire nemmeno ai vegani. Non li sopporta, sono una setta, gli provocano fastidio. E le diete somministrate ai loro stessi bambini li farebbero stare male, una cosa pesante da accettare. Infine, l’anno sabbatico lontano dalle donne e dal sesso procede benissimo. Ha rispettato ogni previsione.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!