Robbie Williams: “Voglio gonfiare quel bullo di Liam Gallagher”

Robbie Williams torna sull’ex rivalità con il frontman degli Oasis

Robbie Williams senza filtri tra dipendenze, Take That e Liam Gallagher. Raggiunto dal tabloid britannico The Sun, la pop star inglese parla apertamente del rapporto con l’ex Oasis.

Un rapporto di amore (artistico) e odio (personale). Lo ammira parecchio perché è la voce di una generazione, l’ultimo di una specie prossima ad estinguersi, i nuovi nomi sarebbero infatti noiosi. “Ma ho ancora voglia di pestarlo”, aggiunge Robbie Williams. Per lui Liam è come un bullo della scuola e gli piacerebbe moltissimo metterlo ko.

L’addio ai Take That

Tutti conoscono la rivalità tra i fratelli Liam e Noel Gallagher. Molti meno lo scontro tra Williams e Gary Barlow, autore principale e colonna portante dei Take That. La relazione è simile a quella degli Oasis: spesso la pensavano in maniera diversa e covavano gelosia l’uno nei confronti dell’altro.

Fu a causa di Barlow che Robbie lasciò il gruppo perché si sentiva poco considerato, avviando una carriera solista di notevole successo. Oggi è rimasto in contatto con gli altri ragazzi della boy band e si sente di più proprio con Gary Barlow.

Lasciatosi indietro un periodo travagliato contraddistinto da vizi, depressione e ‘ansia sociale’, Robbie Williams si dice finalmente sereno, in pace con sé stesso. Sta celebrando chi è oggi e non sta più fingendo di essere qualcun altro.

È un ragazzo di mezz’età a cui piacciono le cose main-stream e che si sente a proprio agio a Natale. Prima invece non sapeva chi fosse. Provava estremo disagio in ogni situazione, come un attore ha costruito un personaggio che lo ingannava: è stata la sua barriera difensiva.

Robbie Williams: un uomo nuovo

Il preoccupante annuncio dato qualche tempo fa, quando ha cancellato il tour per curarsi da un ricovero in terapia intensiva, è ormai acqua passata. Spinto da un forte amore per la famiglia, ha rimesso a fuoco la sua vita e tutte le sue estremità. E probabilmente per questo è oggi in forma.

Persone come lui devono quasi vedere la morte in faccia per cambiare stile di vita. Il merito va quasi tutto riconosciuto alla moglie Ayda Field, immancabile presenza da oltre dieci anni. Gli ha insegnato a chiedere scusa. Prima Robbie Williams non lo faceva mai, ma grazie a lei sta diventando facile. Stanno benissimo come coppia ed è ancora stupito di essere monogamo. Quello che hanno creato diventa sempre più forte.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Manuel Magarini: Per info & collaborazioni: manuel.magarini@gmail.com