Paté vegetariano, ricetta bimby

La ricetta bimby del paté vegetariano

paté vegetariano bimby
Patè di verdure bimby
paté vegetariano bimby
Patè di verdure bimby

Una delle prelibatezze più famose della cucina francese è senza dubbio il paté.  Preparato, generalmente,  con il fegato di anatra o di pollo, il paté si presta bene a numerose varianti. I paté si servono freddi accompagnati da gelatine o sistemati in stampi foderati di pane. Oggi, voglio proporvi un ottimo paté vegetariano di verdure perfetto per accontentare anche i palati più esigenti. È un piatto di grande effetto e dal successo assicurato e con il vostro bimby sarà anche facile da preparare. Ecco a voi la ricetta bimby del paté di verdure.

Ingredienti per il paté vegetariano

  • 100 gr di cipolla
  • 110 gr di olio extravergine di oliva
  • 100 gr di noci sgusciate
  • 4 uova
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di timo
  • 1 pizzico di peperoncino in polvere

Come preparare il paté di verdure con il bimby

Mondate la cipolla, tagliatela in quarti ed inseritela nel boccale. Mondate anche lo spicchio d’aglio,  privatelo dell’anima e inseritelo nel boccale con la cipolla 7 sec vel 7. Aggiungete l’olio extravergine di oliva e soffriggete 3 min 100° vel 1. Sgusciate le noci ed unitele al soffritto prima 10 sec vel 6 e poi 3 min 100° vel 1. Aggiungete al soffritto le uova, il timo ed il peperoncino rosso in polvere e amalgamate spatolando 1 min vel 4-5. Controllate che il composto sia omogeneo e, se necessario, amalgamatelo ancora qualche secondo. Con una pellicola trasparente foderate uno stampo e versateci dentro il paté.  Riponete in frigorifero e lasciatelo riposare per almeno 4 ore. Al momento di servire il paté, rovesciatelo in un piatto da portata ed eliminate delicatamente la pellicola.

Potete preparare delle gelatine o delle salse per accompagnare il paté e potete servire il paté con del pane tostato. Va bene sia il pane integrale che quello bianco. Fate dei crostini e serviteli con il pasticcio di verdure.

Voi come lo preparate il paté? Diteci i vostri consigli nei commenti! 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!