Risparmio energetico: tutti i vantaggi della pompa di calore

La pompa di calore è un’ottima alleata nelle fredde giornate invernali in cui il riscaldamento centralizzato non è presente oppure non è sufficiente, rendendo necessaria una produzione più abbondante di acqua calda.

Generalmente, questo dispositivo può essere costituito da un unico blocco o da due unità separate comunicanti. La sua funzione di riscaldamento avviene grazie a un compressore che fa aumentare la temperatura del fluido interno che scambia: in tal modo, il calore viene ceduto al condensatore che assolverà il suo compito di diffonderlo nell’ambiente.

Anche se si tende a pensare che una pompa di calore consumi energia elettrica e quindi faccia aumentare gli importi in bolletta, se si scelgono i prodotti giusti tale consumo sarà sempre ottimale: in questo senso, il miglior rapporto tra elettricità consumata e calore prodotto si ha con le classi energetiche di tipo A (A+ ed A++).

Esistono diversi modelli di pompe di calore: quelle che vanno a costituire sistemi ibridi (integrate con caldaie a condensazione), quelle per riscaldamento e quelle per acqua calda sanitaria. Tra le aziende in grado di offrire un’ampia gamma di tutte le diverse tipologie c’è Ariston, i cui prodotti sono visionabili sul sito ufficiale, alla pagina https://www.ariston.com/it-it/prodotti/pompe-di-calore/

I sistemi ibridi, per esempio, a livello di risparmio energetico sono tra i migliori sul mercato, perché coniugano l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile ad altre classiche. Inoltre, il recupero del calore latente in un sistema ad alta tecnologia consente di non disperdere calore utile, ottimizzando così i consumi.

I migliori dispositivi Ariston utilizzano la tecnologia  inverter DC, che regola la frequenza (e quindi la potenza) del compressore a seconda della temperatura esterna, evitando continue accensioni e spegnimenti della macchina. . Anche questa tecnologia, dunque, garantisce ulteriore risparmio all’utente.

È bene sottolineare, inoltre, come una pompa di calore, ad oggi, non solo riesca a sopportare temperature che siano di svariati gradi sotto lo zero termico, ma continui anche a funzionare in modo ottimale. In tal senso, sono previste anche funzionalità che ne impediscono il congelamento.

Una pompa di calore abbinata a un buon termostato può essere persino comandata a distanza quando ci si trova fuori casa, grazie all’app per smartphone di Ariston: in questo modo si potrà regolarne l’accensione prima di rientrare a casa oppure lo spegnimento, qualora si sia dimenticato di farlo prima di uscire. Ciò impedisce di incorrere in consumi eccessivi in momenti in cui non sia strettamente necessario. In tal senso, è anche possibile programmare la pompa di calore perché scaldi l’ambiente e l’acqua in determinati momenti della giornata, sfruttando un sensore che consente di modulare accensione e spegnimento a seconda della temperatura ambientale e delle impostazioni preimpostate. Tra le funzioni utili di una pompa di calore per acqua calda sanitaria, vi è anche il ciclo antilegionella, che riscalda l’acqua ad elevate temperature per impedire la proliferazione  batterica.

Un altro fattore da non sottovalutare è che, sfruttando le tecnologie di ultima generazione, le pompe di calore Ariston sono silenziose e questo consente di poterle utilizzare anche di notte, senza compromettere il riposo quotidiano.

Una pompa di calore, infine, per offrire il massimo delle prestazioni dovrebbe sempre godere di una manutenzione ottimale ed essere sottoposta a controlli periodici per vedersi riconosciuto il bollino blu: mentre gli impianti a pellet o a gasolio vanno revisionati ogni anno, quelli con potenza inferiore a 35 kW o comunque di ultima generazione possono richiedere tale intervento anche ogni 4 anni.