Biagio Antonacci oltre ogni limite: “Mai lo avrei immaginato”

Biagio Antonacci

Biagio Antonacci lancia il 15esimo album in studio

Protagonista in coppia dell’amica-collega Laura Pausini nei maggiori palazzetti italiani, definito molto pop, Biagio Antonacci riprende la carriera come solista con un nuovo album, il 15esimo inciso in studio.

Si intitola Chiaramente Visibili dallo Spazio ed esce lo scorso 29 novembre. Un disco parecchio suonato, realizzato per l’occasione senza nemmeno un featuring, dove il cantautore racconta i propri eroi. Non divi assoluti, bensì gente comune, ben familiari all’artista.

Mai lo avrebbe immaginato

Durante la presentazione del disco, Biagio Antonacci spiega di essere ancora quel ragazzino sognante, cresciuto a Rozzano. Ha gli stessi occhi di un tempo e ogni volta in cui approccia una nuova sfida sente come se dovesse dimostrare qualcosa a sé stesso.

Nella sua carriera ha tentato di rispettare le aspirazioni di quel ragazzo di provincia che voleva fare il suo primo disco. Il successo pluridecennale “Mai lo avrei pensato”, nemmeno nei suoi più reconditi desideri ambiva a produrre 15 album in studio né tanto meno di continuare negli anni a scaturire interesse.

A Biagio Antonacci piace da sempre raccontare le storie semplici, in cui i fan si rispecchino senza difficoltà, e le sfide di ogni giorno. Come il racconto di una donna che per il lavoro precario non può a 43 anni vivere da sola. Canta della gente comune, dei veri eroi.

Proviene dalla periferia e da una famiglia che ha fatto fatica. Ha vissuto per 8 anni il cantiere da geometra e conosce il senso dei soldi perché prima gli mancavano.

Chiaramente Visibili dallo Spazio: il nuovo progetto di Biagio Antonacci

I dodici pezzi del nuovo progetto musicale sono stati in parte registrati a New York e curati da Taketo Gohara e Placido Salamone. Da L’Amore Muore, brano sulla disillusione di un uomo consapevole, a Parigi sei Tu, con la voce campionata di Edith Piaf, fino a Ci Siamo Capiti Male, incentrato sul perdono.

Per quest’ultima traccia Biagio Antonacci ha voluto includere nel videoclip la nazionale femminile di nuoto sincronizzato. Una disciplina poco noto al grande pubblico, costituito da ragazze impegnate ogni giorno con prove di otto ore.

Chiaramente Visibili dallo Spazio usa un linguaggio positivo, in cui Antonacci ha pensato a una specie di grande lente nell’orbita spaziale. Qualcuno o qualcosa ci osserva da lassù, sia i nostri pregi sia i nostri difetti. A suo avviso prevalgono le cose belle.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!