Tiziano Ferro: “La prima delirante storia a trent’anni”

Tiziano Ferro sta vivendo una seconda adolescenza con Victor Allen
Tiziano Ferro e Victor Allen

Tiziano Ferro confessa di vivere una seconda adolescenza con il marito Victor Allen

Tiziano Ferro ha ragione. L’amore è magico, trasmette emozioni incredibili e dà indubbiamente più di qualche motivo per svegliarsi la mattina felici. Purtroppo, diversamente da altre magie, non può essere evocato. Arriva quando meno te l’aspetti.

Il cantante vive un periodo molto florido nella musica, fresco fresco di nuovo cd pubblicato lo scorso 22 novembre 2019 (fra l’altro affidato nella produzione a un maestro come Timbaland) e addirittura il meglio deve forse ancora venire.

In interviste pubbliche Tiziano Ferro ha dichiarato di essere in trattativa coi dirigenti Rai e gli garberebbe molto riprovare l’ebbrezza di calcare l’Ariston. Comunque vada, nel privato sta vivendo un’autentica favola accanto al marito Victor Allen.

Di nuovo teenager

Tiziano Ferro ha abbandonato ogni remora e accettato di unirsi in matrimonio all’americano, proprietario dell’agenzia di marketing Levine and Partners, e in un’intervista a La Repubblica rivela di attraversare oggi una “seconda adolescenza”.

La pop star di Latina parla a cuore aperto, tornando pure sul suo passato. Nella sera sentimentale si considera un uomo fortunato: ci sono persone che non arrivano mai a conoscere l’anima gemella, mentre lui sta vivendo una seconda adolescenza.

Da un punto di vista sentimentale è sbocciato tardi, a 30 anni e all’inizio, impreparato, è finito in deliri, casini, poi ha preso le misure, avuto qualche frequentazione più o meno inutile. E a quasi 40 anni ha scoperto aspetti del sentimento finora sconosciuti. Prova una sensazione strana, in senso positivo, da ragazzo lottava, negava, ripudiava, respingeva la propria vera natura, a 30 anni l’ha accolta e oggi si ritrova sposato.

Tiziano Ferro: le lacrime dopo la proposta

Le nozze non erano nei progetti di Ferro, ma le sognava da sempre. È abbastanza incredibile – aggiunge – e deve confessare che sentir dire tuo marito gli fa ancora uno strano effetto, surreale. Quando Victor gli ha fatto la proposta è scoppiato in lacrime.

Dunque sì, Tiziano Ferro non ci pensava nel modo più assoluto alle nozze, dalla sua reazione ha però capito: l’essere umano festeggia l’amore da sempre, è naturale esattamente come mangiare o respirare.

Non conta la religione (a suo dire fonte di confusione), l’uomo ha sempre percepito di celebrare l’unione con una compagna o un compagno. Magari prima la situazione sfuggiva non perché non esistessero omosessuali, ma perché era vietato ammetterlo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!