La malattia di Luca Laurenti, la confessione shock: ‘Devo tutto a Paolo Bonolis e mia moglie…’

Luca Laurenti
Luca Laurenti

Luca Laurenti torna con Avanti un altro!

Da mesi Luca Laurenti è sparito dal piccolo schermo al punto che i fan e il pubblico si sono chiesti che fine abbia fatto. Oltre a qualche spot pubblicitario per una nota catena di negozi che vendono prodotti per la casa, il Maestro non ha fatto più nulla.

Per fortuna arrivano belle notizie, infatti la coppia televisiva Bonolis-Laurenti tornerà tra circa un mese. Ebbene sì, da lunedì 6 gennaio 2019 alle 18:45 al posto di Conto alla Rovescia tornerà Avanti un altro!. Il game show pressoché rimarrà invariato anche se un autore ha detto che ci saranno delle piccole novità.

La depressione e la battaglia grazie a Bonolis

Anche se il pubblico è abituato visto che lo vede sempre divertente, Luca Laurenti da anni porta avanti una dura battaglia personale: la depressione. Qualche tempo fa il noto Maestro romano ha rilasciato una lunga intervista al magazine Vanity Fair Italia confessando il comico la sua patologia. Il musicista, inoltre, ha puntualizzato che a dargli una mano d’aiuto sono stati il caro amico Paolo Bonolis e la moglie Raffaella:

“È stato Bonolis a presentarmi Raffaella Ferrari, la donna della mia vita che ho sposato nel 1994 e da cui ho avuto, tre anni dopo, mio figlio Andrea. Con Raffaella me ‘so risolto. Mi ha fatto uscire da ‘na mezza depressione, mi ha dato l’equilibrio. Lei è l’elemento quadrato, terreno della coppia!”.

Quindi senza la presenza di due persone importanti della sua vita, Laurenti non sarebbe mai uscito fuori da quella condizione. Ricordiamo che il Maestro e la consorte hanno una relazione aperta e tiene molto a tutelare la libertà dell’altro:

“Io e mia moglie stiamo bene sia insieme che a distanza. Ogni coppia ha il suo codice e il nostro è sempre unificante. Non ci sono cose che uno può fare o non può fare!”.

Luca Laurenti a la balbuzia

Ma la depressione non è l’unico problema con cui Luca Laurenti ha dovuto fare i conti in questi anni. In un’intervista il Maestro romano ha confessato:

“Balbettavo, non avevo ancora capito che la balbuzie è timidezza, è una porta che non si apre!”.

Anche se non sembra visto il suo modo di parlare di adesso, pure Paolo Bonolis ne soffriva da piccolo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!