Lapo Elkann, nuova vita lontano dal mondo: la decisione choc

Lapo Elkann racconta la sua nuova vita lontano dai social
Lapo Elkann

Lapo Elkann racconta la battaglia contro le dipendenze da droghe, alcool e tecnologia

Lapo Elkann ha dato adito a vari scandali nella sua vita alquanto libertina, tra lusso ed eccessi di ogni tipo. Ma recentemente l’imprenditore ha deciso di darsi una regolata, innanzitutto combattendo le proprie dipendenze. Contattato dal settimanale Grazia, il rampollo di casa Agnelli racconta il periodo attuale, utilizzato per rimettersi in piedi.

Il desiderio di Lapo Elkann, ovvero aiutare il prossimo con la sua associazione, ha richiesto anzitutto un impegno con tutto quello che sarebbe riconducibile con le patologie, dall’alcool alle nuove tecnologie. “Adesso non uso più alcun tipo di sostanza”, ci tiene a sottolineare l’ex compagno di Martina Stella. Con orgoglio sta seguendo il programma dei 12 passi contro la dipendenza da droghe e alcool: lo aiuta parecchio.

Non usa sostanze, non beve più e da due mesi Lapo Elkann ha pure detto basta al fumo. Ha pure deciso di cancellarsi da Facebook e Instagram perché li ritiene canali focalizzati sull’apparenza, sul mettere in vetrina una vita non sempre corrispondente a quella reale. Al contrario, Twitter è un canale utile per esprimere opinioni e smentire eventuali informazioni non corrette, dove difendersi dunque.

Le debolezze sono valori, non difetti

Un taglio drastico sintomatico evidente sul coraggio di Lapo, a pieno titolo un personaggio pubblico. Un provvedimento preso in quanto sentiva necessario rivalorizzare le cose davvero importanti, soprattutto in un momento storico dove la società sottostima le debolezze.

Alle vulnerabilità bisognerebbe guardare secondo Lapo Elkann con amore e gentilezza, anziché con cattiveria e durezza. Perché attributi quali la vulnerabilità, la bontà, l’educazione e la gentilezza costituiscono valori e non difetti, diversamente dall’opinione prevalente. Si considera una persona buona, ma non stupida né tonta: in Italia – denuncia – la bontà è troppo frequentemente scambiata per debolezza.

Lapo Elkann: la sinergia con Vestiaire Collective

In conclusione dell’intervista, il 42enne si sofferma sugli impegni professionisti, la molla decisiva per recuperare la retta via, nei quali ha messo tutto sé stesso. Aveva il desiderio di unire tre anime che gli appartengono: la creatività, l’impegno sociale e la sostenibilità.

Per condividere questi aspetti ha riconosciuto in Vestiaire Collective il partner ideale, in sinergia hanno avviato un progetto focalizzato sui giovani e dedicato ai giovani. Il ricavato verrà interamente devoluto alla sua Fondazione LAPS, Libera Accademia Progetti Sperimentali.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!